Offensiva americana in Afghanistan

La grande offensiva scattata in Afghanistan segna l’avvento di un nuovo modello di guerra: gli Afghani morti potranno essere considerati pionieri.

L’obiettivo non è più soltanto quello di conquistare il territorio, ma di renderlo irriconoscibile.

Il presidente Hamid Karzai ha esortato i talebani a deporre le armi. E’ davvero un genio militare.

«La popolazione non è il nostro nemico, è il nostro premio», ha sintetizzato il generale Larry Nicholson, ammettendo violenze sessuali dei militari sulle donne afghane.

Questa volta a Marjah gli americani faranno quello che non avevano mai fatto prima. Ammettono l’errore e tornano a casa?

Il generale Stanley McChrystal: “Abbiamo un governo preparato in una scatola”. Mi sembra il più adeguato per cittadini nelle bare.

Per la grande offensiva è stato scelto il nome in codice Mushtarak, che nella locale lingua dari significa «insieme». Per gli omicidi servono sia vittime che carnefici.

McChrystal: “Vogliamo dimostrare alla popolazione che possiamo fornire polizia, servizi e sviluppo. Ma non ne abbiamo voglia”.

Nei prossimi mesi, gli americani vogliono giungere a controllare una serie di città lungo una linea di 400 chilometri a forma di ferro di cavallo. Sperando che porti fortuna.

Annunci

The URI to TrackBack this entry is: https://venividiwc.wordpress.com/2010/02/21/offensiva-americana-in-afghanistan/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: