Pesci d’aprile

Salvini in Liguria appoggerà il candidato di Forza Italia. Come zona allagata si farà bastare Venezia.

“Puntiamo a raddoppiare i voti dell’anno scorso”. Ma dovranno bere a sufficienza.

Gaffe geografica di Toti: “Novi Ligure è in Liguria”. Ora può essere accettato anche dall’elettorato della Lega.

Che poi non è tanto il fatto che Toti pensi che Novi Ligure sia in Liguria, ma che la immagini fatta di cioccolato.
***
Secondo la Corte europea, quello che è accaduto al G8 di Genova “deve essere qualificato come tortura”. Ha ottenuto punti in abbondanza.

Alla Diaz Arnaldo Cestaro, mentre veniva picchiato, gridò che era anziano. Fu allora che iniziarono a colpirgli i femori.

Tonelli (Sap): “Noi siamo per le videocamere”. 50 sfumature di grigio ha fatto i soldi con due semplici frustate!

Polemiche per un post pubblicato su Facebook da un poliziotto presente alla Diaz: “Quella sui lettori è tortura”.

(pare che nella pubblicazione del post siano rimaste ferite 14 tastiere)

“Dell’irruzione alla Diaz è emersa solo parte della verità”. I migliori sapevano picchiare senza lasciare segni visibili.

“Quello che volevamo era contrapporci con forza, con giovane vigoria, con entusiasmo cameratesco a chi aveva, impunemente, dichiarato guerra all’Italia”. Spezzando loro le reni.
***
Ostuni, due bambini feriti nel crollo del soffitto della scuola. Erano quelli che lo sostenevano.

I lavori di ristrutturazione erano appena terminati. Ma la mano di bianco non ha retto.

Il sindaco: “I bambini non sono gravi”. La caduta è stata attutita da quelli del piano di sotto.
***
Tribunale di Milano, Claudio Giardiello, accusato di bancarotta fraudolenta, uccide 3 persone dopo che il suo avvocato aveva rinunciato all’incarico. Così, senza un motivo.

L’uomo sarebbe entrato nel palazzo mostrando un falso tesserino: “Buongiorno avvocato Fitness Club”.

Dopo l’attentato, la polizia ha chiesto a tutti di togliersi la cravatta per distinguersi dall’assassino. “Ah, e il killer aveva anche il reggiseno”.

Giardiello è poi stato catturato in Brianza, mentre cercava di mimetizzarsi tra imputati per reati fiscali.

“Volevo vendicarmi di chi mi ha rovinato”, poi ha un malore. Ora si teme per il suo medico curante.

Da allora i controlli all’ingresso del tribunale sono così lenti e meticolosi che finiranno prescritti anche i reati commessi nella coda per entrare.
***
700 morti nel Mediterraneo, si tratta del più grande naufragio di sempre della storia dell’immigrazione. Almeno secondo l'”Acqua di Po World Records”.

I migranti erano stipati su una nave come animali. Ma non avevano i musetti altrettanto carini.

Il premier ha annullato tutti gli appuntamenti della domenica pomeriggio. Non gli hanno detto che la Fiorentina era in posticipo.

Renzi: “Come si fa a restare insensibili, mentre tanta gente muore per cercare di venire ad assistere al nostro grande progetto riformista?”

Il premier: “Credo che il Consiglio europeo prenderà una posizione unanime e comune”. Quella di spalle.

Parigi e Berlino: “L’Italia non è sola”. Visto quanti migranti?

A un giorno di distanza, in Grecia un altro barcone con 200 migranti è naufragato dopo aver urtato uno scoglio. Le sirene continuavano a cantare il benessere dell’Europa.
***
Torino, da domenica 19, 200 persone ogni quarto d’ora potranno accedere a vedere la sindone. E cercare di indovinare il personaggio misterioso.

Annunci

Le cose che abbiamo in comune

Dopo le rivelazioni di Michelle Bonev

… E l’intervista a Francesca Pascale

Di Berlusconi, Silvestri:

LE COSE CHE ABBIAMO IN COMUNE

Le cose che abbiamo in comune sono due milioni ottomila duecento,
Le conto da sempre, da quando mi hai detto: “Ma dai, pure tu del millenovecento?”
Abbiamo due braccia, due mani, due gambe, due piedi, due orecchie ed in due, due cervelli.
Solo sulla testa i tuoi sono veri, i miei son qualcosa che sembra capelli.

Le cose che abbiamo in comune sono facilissime da individuare:
Ci piace la musica ad alto volume, un palo e le donne lì intorno a ballare.
Ci piace Apicella, le cene eleganti, le urla, lo squirt. No Police!
Ti porgo la busta prima di addormentarci, ma al mio risveglio devi essere qui.

Perché quando io dormo, tu scalci,
Quando io parlo, smentisci,
Quando mi spoglio, tu ridi,
Quando io vengo, tu vieni,

Quando io dormo, tu scalci,
Quando io parlo, smentisci,
Quando mi spoglio, tu ridi,
Quando io vengo, tu fingi.

Le cose che abbiamo in comune sono così tante che quasi spaventa,
Entrambi viviamo da più di vent’anni ed entrambi da meno di centotrenta.
Ci piace parlare, smentire, comprare persone, pagare per fare l’amore:
Lo vedi, son tante le cose in comune, alcune punibili a San Vittore.
Ma…

Allora cos’è? Cosa ti serve ancora? Travestiti da suora.

“Le cose che abbiamo in comune!”, ricordi sei tu che per prima l’hai detto.
“Gli stessi fagioli, ma li pago meno, le stesse patate, portarsele a letto”.
E ad ogni domanda una nuova conferma, un identico amore per quelle rasate.
E poi l’emozione di quel primo bacio: contratto, fattura, le carte bollate.

Abbracciarti, studiare il tuo corpo, sognarti vestita da toga rossa,
Ma tu vuoi sposarmi, per ereditare una volta finito dentro alla mia fossa.
Allora ti chiedo non è sufficiente, vuoi altre ragazze per essere certa?
Con tutte le amiche che abbiamo in comune, l’unione tra noi non sarebbe perfetta?

Quando io dormo, tu scalci,
Quando io parlo, smentisci,
Quando mi spoglio, tu ridi,
Quando io vengo, tu vieni,

Quando io dormo, tu scalci,
Quando io parlo, smentisci,
Quando mi spoglio, tu ridi,
Quando io vengo, tu fingi.

Allora cos’è? Di donne ne vuoi ancora?
Chiamiamo Lele Mora.

Published in: on ottobre 11, 2013 at 1:59 pm  Lascia un commento  
Tags: , , , , ,

Un mercoledì da colombe

Berlusconi gira un nuovo videomessaggio. L’avevo intuito quando l’ho visto da Calzedonia.

L’ex premier dichiara che è in corso un’operazione eversiva che mina lo stato di diritto. Poi si scusa per il disagio.

Berlusconi comanda, i parlamentari firmano le dimissioni. Ora è più chiaro cosa alle riunioni del Pdl si intenda per ordine del giorno.

Letta: “Umiliata l’Italia”. Ora non resta che umiliare gli Italiani.

I ministri Pdl lasciano l’esecutivo. Allora è vera la storia dei topi.

Nella riunione in cui e dimissioni sono state decise, Alfano non c’era. Berlusconi è contrario ai conflitti di interesse.

“Ministri Pdl si dimettono perché il governo ha violato i patti”. Non è mica la legge.

Letta accusa l’ex premier di rovesciare la frittata. E non è facile senza coperchi.

I ministri si dimettono, ma poi criticano Berlusconi. Cercando di dare credibilità ai futuri “Eseguivo solo degli ordini”.

Dopo pochi mesi di larghe intese il partito appare fortemente diviso. È ufficiale: il Pd è contagioso.

Passi avanti per la democrazia interna al Pdl: Cicchitto ha chiesto di parlare e non gli è stato concesso, però può ancora raccontarlo.

Bondi: “Cicchitto è stato assoldato dalla sinistra”. Guarda che quello è Renzi.

Santanchè: “Mi risulta che Alfano abbia chiesto la mia testa”. È il classico caso in cui la domanda supera l’offerta.

Letta chiede la fiducia: “Siamo stati tutt’altro che il governo del rinvio”, ha dichiarato, ricordando l’aumento dell’Iva.

“L’Expo 2015 sarà una scossa per l’Italia”. Quindi tutto quel sommerso è a rischio tzunami.

Tremonti non partecipa al voto. Ogni volta che c’è di mezzo una crisi, lui non ne vuole sapere niente.

Clamoroso dietrofront di Berlusconi su Letta. E aspettate di sentire quello sulla Merkel.

“Il Pdl voterà la fiducia. Ma è stata dura convincere Alfano”.

Berlusconi: “Nessuno ci dividerà”. È perfetto come piccolo porcellino.

Alfano ha dunque sconfitto politicamente Berlusconi. Quando sembrava più probabile che comprasse l’Inter.

(ora pare che Smithers voglia aprire una sua centrale nucleare a Springfield)

Quagliariello: “Nel Pdl ci sono due classi dirigenti incompatibili”. Entrambe in Berlusconi.

Epifani: “Il Cavaliere ha perso, il Paese ha vinto”. Quindi il Pd ha pareggiato.

“Berlusconi non c’è più”, ha dichiarato D’Alema, rimettendosi i baffetti.

Una marea di kazake

Nel maggio scorso in tre giorni moglie e figlia di un dissidente kazako sono state catturate e rimpatriate. Una rapidità inusuale, senza la Lega al governo.

(tre giorni per estradare una donna e una bambina che avevano diritto all’asilo politico. Ma poi è “fretta sospetta” se il processo Mediaset va in Cassazione il 30 luglio)

Uno degli agenti urlò ad Alma Shalabayeva “puttana russa”. È stata espulsa perché ha negato.

Appena saputa la notizia, Emma Bonino ha commentato: “Faremo una figura miserabile”. Ma niente, agli Interni hanno lo stesso nominato Alfano.

Dalla banca dati del Viminale risultava che il marito della donna era ricercato per appropriazione indebita e truffa ai danni dello Stato. E non ditemi che ignoravano che si occupasse politica.

Il ministro degli Esteri fu avvisato quando la donna era già in Kazakistan. Peccato non avere qualcuno che si occupi degli Interni.

Il 2 giugno Emma Bonino prese in disparte Alfano, gli spiegò chi fosse Shalabayeva e cosa le era accaduto. Da qui la sue reazione dei primi di luglio.

Dalla Farnesina continuano però a ripetere di non essere competenti. È rimasta la segreteria di quando c’era Frattini.

Secondo il ministero degli Esteri, Alma Shalabayeva non è stata riconosciuta ed è stata espulsa perché non usava il cognome dell’attuale marito. Ehi, lo sapete che la Santanchè…

Alfano e Letta prevedono sanzioni per chi ha sbagliato. Nazarbaev voleva il suo oppositore, non moglie e figlia.

“Trasparenza assoluta”, ha dichiarato il premier, cercando di rendersi invisibile.

Nel frattempo il dittatore kazako ha passato qualche giorno in vacanza in Sardegna. Dove ha ottenuto l’estradizione dell’arcipelago della Maddalena.

Come primo atto, più di un mese dopo l’espatrio il provvedimento di espulsione di Alma Shalabayeva è stato revocato. E se vorrà, Stefano Cucchi potrà tornare in vita.

Nella versione ufficiale, il capo di gabinetto non informò Alfano dell’esito del colloquio con due diplomatici kazaki. Smentendo la teoria dei vasi comunicanti.

“Grave che io non sia stato avvisato”. Che ne sapeva di essere il ministro dell’Interno!

(dalla relazione di Alfano in Senato risulta che nemmeno la donna sapesse di essere moglie di un dissidente kazako)

Procaccini ha rassegnato le dimissioni da capo di gabinetto di Alfano: “Avevo un capo di gabinetto?”

(a saperlo prima Iosefa Idem avrebbe potuto far dimettere il suo commercialista)

Emma Bonino conferma che il vice premier non sapeva niente delle vicende di Alma Shalabayeva. Né dell’esistenza del Kazakistan.

Procaccini però lo smentisce: “Gli parlai della ricerca di un pericoloso latitante”. Ma lui si disse convinto dell’assoluzione in Cassazione.

Ufficialmente dunque Alfano e Bonino non sapevano nulla dell’espulsione di Alma Shalabayeva. Saccomanni: “Ehi, cos’è questa storia della crisi economica?”

Decreto del fare

Il premier Letta presenta il “decreto del fare”. Parlandone a lungo.

(“decreto del fare”: mi pare chiaro che rimandi all’infinito)

Molti provvedimenti saranno a costo zero. Ma manca comunque la copertura.

Equitalia non potrà più pignorare la casa di chi ha un debito con il Fisco. Ma avrà libero accesso alla dispensa.

(Equitalia potrà prendervi i soldi, ma non togliervi la casa. L’incubo numero uno tornano le mogli)

Giustizia, Letta ripristina la mediazione obbligatoria. Per sentirsi meno solo.

Il governo vuole tagliare un milione di processi in cinque anni. Sapevo che prima o poi gli avrebbero concesso l’immunità.

Scuola, previsti 100 milioni l’anno per il triennio 2014-2016. È il TFR.

Grazie alla borsa di mobilità, i diplomati con almeno 95/100 potranno frequentare l’università in una regione diversa da quella di residenza. Una sorta di espatrio per gradi.

Introdotto un credito di imposta per l’industria cinematografica. Decisiva la minaccia di un “Natale a Equitalia”.

Rinviato a mercoledì il disegno di legge sulle semplificazioni. Cominciamo bene.

Berlusconi: “Le misure prese ieri dal governo sono frutto di un fatto epocale”. Politici che lavorano di sabato.

Elezioni in Iran, vince Rohani, religioso moderato: “Allah non è niente male”.

Raduno di estrema destra a Milano, l’indirizzo e il luogo esatto della manifestazione comunicati ai partecipanti solo all’ultimo. Si sa che hanno una memoria limitata.

(comunque raduni come questi smentiscono definitivamente l’ipotesi della superiorità della razza bianca)

Nicole Minetti: “Con Berlusconi l’amore fu vero”. A differenza degli orgasmi.

(Fu amore? Allora ti deve 100)

Il Cavaliere vide per la prima volta Nicole Minetti alla Fiera del Ciclo: “Passa a trovarmi tra 5 giorni”.

“Con Berlusconi nacque una grande amicizia che sfociò in una relazione”. Non appena aggiunse uno zero.

“Amavo Berlusconi, ora convivo con la paura”. Un bel passo avanti per la sua vita sentimentale.

Bergoglio: “Il Vangelo condanna il linguaggio politicamente corretto”. Per questo nessuna suora ha mai vinto Miss Italia.

Roma, incidente tra dieci Harley. O forse sono finito in un locale gay.

Crimi assente in giunta perché si è perso. Che poi deve essere lo stesso motivo per cui è entrato in Parlamento.

Grillo dal suo blog: “Vorrei sapere cosa pensa il M5S”. Allora continua a scrivere il post.

Due anziane muoiono investite uscendo da un funerale: “Ero andata per accompagnare un’amica, ma hanno preso me”.

Dei pride live in Novara

Grazie a Cala per il video e a Barba per l’organizzazione.

Published in: on febbraio 19, 2013 at 2:53 pm  Lascia un commento  

Dei pride

L’11 febbraio Benedetto XVI ha annunciato le sue dimissioni. Rovinando San Valentino a Padre Georg.

Per chi non lo sapesse, Padre Georg è il segretario privato di Ratzinger, il George Clooney del Vaticano. È apparso sulla copertina del numero del 16 gennaio di Vanity Fair, con il titolo. “Essere bello non è peccato”. Volevo acquistarlo, ma poi ho temuto ci fosse anche il paginone centrale.

Le dimissioni del Papa saranno valide 17 giorni dopo l’annuncio. È giusto il tempo necessario per svestirlo.

(Solo per i gioielli vanno via almeno tre – quattro giorni)

(e comunque non voleva essere l’unico a togliersi un buffo costume proprio durante il Carnevale)

Ratzinger dunque non sarà più Papa da marzo. Proprio quando si inizia  a sentire la primavera. Non può essere un caso.

Non so se avete visto la foto, ma la sera dell’annuncio un fulmine sceso dal cielo ha colpito San Pietro. Anch’io quando festeggio a volte esagero.

Il Papa ha dunque annunciato le sue dimissioni e lo ha fatto in latino. Mi aspetterei che fosse sostituito da un triumvirato. Ha parlato in latino anche perché in italiano non esiste una frase per spiegare che si lascia un posto di potere di propria spontanea volontà. A qualcuno comunque dispiacerà l’addio di Ratzinger: è l’unico che dava lavoro a traduttori che avevano fatto il classico.

Ci si interroga sulle reali motivazioni del gesto, talmente inaspettato che perfino Padre Lombardi ha dichiarato: “La decisione ha colto tutti di sorpresa”. Ci è toccato bere spumante caldo. Il cardinal Sodano ha parlato di fulmine a ciel sereno. Il rischio è che ora che i fedeli più influenzabili adorino quello.

Qualcuno ha parlato di malattia. Altri dicono che Ratzinger abbia preferito farsi da parte prima che Corona facesse uscire certe foto compromettenti. Fonti vicino al Papa, invece, sostengono che ha sempre desiderato avere un po’ di tempo per leggere finalmente la Bibbia. Andreotti dal canto suo ha parlato di crisi di mezza età.

In realtà la vera motivazione l’ha svelata lui stesso: non ha più le forze per fare il Papa. Per esempio, lo sapete quanto pesano quei grossi cappelli? La stanchezza e l’eccessiva anzianità di Benedetto XVI sono testimoniate dal fatto che aveva già preso la decisione alcuni mesi fa, ma poi se ne era completamente dimenticato. Pare infatti che il Papa avesse deciso di abbandonare durante il viaggio a Cuba del marzo 2012, lasciando il sangue di Cristo per un rum invecchiato 7 anni.

Il Papa comunque è davvero stanco e ha preferito lasciare, anche se per un po’ aveva pensato all’Angelus in video conferenza. Si sente debole, vecchio ed inizia a perdere colpi: le prediche ormai è più adatto ad ascoltarle.

In ogni caso la Chiesa va avanti e si pensa già al nuovo Papa, anche se tecnicamente il proverbio prevedrebbe un decesso. L’elezione avverrà comunque entro Pasqua. Anche perché c’è gente che alla pedicure del giovedì santo non vuole proprio rinunciare. Abbiamo visto che, in ambito politico, per ottenere la vittoria, Monti e Berlusconi hanno adottato un cane. Per analogia, Bertone starebbe pensando ad Anubi.

Certo che Berlusconi farebbe proprio di tutto per vincere le elezioni: non solo per conquistare i voti degli animalisti ha adottato un cane, ma durante il comizio di Prato, dove è numerosissima la comunità cinese, sarebbe disposto a mangiarlo.

Tornando al Vaticano, si dice che si stia pensando ad un Papa nero. Il che permetterebbe di adeguarsi alla gestione finanziaria. Sappiamo infatti che la gestione delle Banche nella Santa Sede non è molto trasparente. Anche perché per improvvise apparizioni o sparizioni di soldi si giocano sempre la carta del miracolo. Ci sono dunque buone possibilità di un prossimo Pontefice di colore. O almeno, dopo un capo fallimentare negli Stati Uniti hanno fatto così.

Due giorni dopo l’annuncio delle dimissioni, durante la sua penultima udienza generale, Ratzinger si è schierato contro aborto, eutanasia e manipolazioni genetiche. Possiamo quindi escludere la crisi di coscienza. La sua ultima celebrazione liturgica è stata la messa delle Ceneri. Dal primo marzo solo Bacco, tabacco e Veneri. Le parole di Benedetto XVI in questa occasione sono sembrate un vero e proprio testamento spirituale. Ma i suoi veri valori sono senz’altro nell’altro. Il Papa ha chiesto un particolare ricordo nella preghiera. Ma sono anni che tutti pensano a lui al momento del “Liberaci dal male”.

Per la cronaca, l’ultimo Papa si era dimesso all’inizio del 1400. Speriamo che anche questa volta si vada verso la fine del Medio Evo.

Memoria corta

Giorno della Memoria, Berlusconi arriva in Stazione Centrale. In perfetto orario.

“Mussolini per tanti versi aveva fatto bene”. Quindi De Gasperi scende al terzo posto.

Secondo l’ex premier, il dittatore aveva operato bene sotto molti aspetti. Tanto da fare sparire ogni opposizione.

(del resto l’antifascismo in qualche modo è merito suo)

Berlusconi: “L’Italia non ha le stesse responsabilità della Germania”. La direzione della banderuola è colpa del vento.

L’Italia dunque non sarebbe eccessivamente condannabile. È incapace di intendere e di votare.

Berlusconi ha elogiato Mussolini, criticato le leggi razziali e si è dichiarato amico di Israele. Quindi se non ho capito male per lui il problema è che ha sbagliato razza.

“La mia vita è cambiata dopo aver visitato Auschwitz”. Quella vacanza in Polonia fu strepitosa.

Secondo molti, l’elogio del dittatore servirebbe ad attirare i voti dell’estrema destra. Stai tranquillo, le piaci per quello che sei.

Berlusconi è dunque riuscito ad elogiare Mussolini nel Giorno della Memoria. Non oso pensare a cosa potrà dire al prossimo Family day.

Usa verso il divieto di vendere armi alle persone instabili o pericolose. Tipo i vicini normali, un po’ riservati, ma che salutano sempre.

“Quelle sulla limitazione delle armi saranno riforme difficili”, ha dichiarato Obama, con un puntino rosso sulla fronte.

Vicenda Montepaschi, Monti: “Il Pd c’entra”. Viene subito in mente quando si parla di una gestione disastrosa.

La Banca tranquillizza tutti con un post su Facebook: “L’Adsl non ce l’hanno ancora tagliata”.

Berlusconi: “Se la sinistra non è in grado di gestire una banca, non può certo gestire il Paese”. Mentre lui sarebbe capace di rapinarli entrambi.

Donna uccide il compagno soffocandolo col seno nella roulotte. È la versione per adulti di Cluedo.

È in scadenza il brevetto del Viagra, dieci aziende pronte a contendersi il principio attivo. A sorpresa potrebbe spuntarla Mediaset.

Siria, due esplosioni all’università di Aleppo nel primo giorno di esami. Nessuno ha preso sul serio la telefonata che le preannunciava.

L’Australia trova maxi giacimenti di petrolio. Se solo avessimo scavato di più…

L’Italia guadagna quattro posti nella classifica sulla libertà di stampa. Ma non possiamo dirvi in che posizione si trova.

Lieve malore per Berlusconi dopo un discorso. Ma si capiva già mentre parlava che non stava bene.

(quest’anno devono aver tagliato il budget per l’attentatore)

Lieve malore di Berlusconi dopo un lungo discorso. Vale come smentita.

Usa, Wal-Mart assumerà veterani di guerra. Credo che il prossimo Rambo sarà noiosissimo.

Oscar per la pace

Trailer di un film su Maometto causa morti e feriti. Non oso immaginare alla prima!

Film contro l’Islam prodotto negli Usa provoca una rivolta in Libia. È la teoria degli invasati comunicanti.

Obama condanna fermamente le violenze: “Così favorite Romney!”

Gli Stati Uniti hanno deciso l’evacuazione del personale diplomatico. E l’invio di quello irascibile.

Hillary Clinton: “La violenza non onora la religione”. Ma spesso accade il contrario.

“Film disgustoso e riprovevole”. Ora ne seguirà uno già visto.

Il produttore non si pente dei contenuti. Forse un po’ della campagna pubblicitaria.

L’autore della pellicola: “L’Islam è un cancro”. Ho letto che avrebbe avuto una settimana difficile.

(dopo le vignette danesi ed il film prodotto negli Usa, Calderoli è pronto a rilanciare con un musical)

Casini: “Il film su Maometto è uno schifo”. Il protagonista ha più di una moglie.

Il Papa cerca un nuovo maggiordomo. Ma dovrà aspettare le elezioni di primavera.

Primarie Pd, la parola d’ordine di Renzi è “Adesso”. È tipica dei bambini che fanno i capricci.

Il logo che ha scelto è invece molto simile a quello di Franceschini per le primarie 2009. Ed aspettate di vedere il risultato.

Vendola vuole sposarsi. È strano sentire un politico deciso a rinunciare ad un suo privilegio.

Il grillino Favia: “Nel nostro movimento non c’è democrazia”. La replica: “Vostro un cazzo”.

Moglie di dell’Utri indagata per riciclaggio. I soldi sporchi si lavano in famiglia.

La signora dell’Utri avrebbe fatto sparire 14 milioni. “Te l’ho detto di controllare le tasche prima di lavarmi i pantaloni”.

Il 27% delle italiane dice di aver fatto sesso in un posto pubblico. E per ottenerne uno?

Fede: “Le prostitute guadagnano più di me”. Ma almeno fa piacere quando aprono bocca.

A quanto dice, Sabina Began avrebbe perso il figlio di Berlusconi. Ma non sa su chi giurarlo.

Finita la storia tra Barbara Berlusconi e Pato: “Riprenditi lo spazzolino e il Voltaren”.

Scandalo Lazio, Polverini: “Non sono disposta a pagare le colpe di altri”. Quello è compito dei contribuenti.

Giuliano Ferrara ricoverato al Gemelli dopo un malore. Ha tutti i valori sballati.

È morto il cane della regina Elisabetta. Carlo guadagna una posizione per la successione.

Lapo Elkann è l’uomo più elegante dell’anno. Almeno secondo la rivista Vanity Fail.

Miss Italia, nella giuria anche Federica Pellegrini. Ormai è abituata a vedere vincere altre ragazze in costume.

La Salerno Reggio Calabria compie 50 anni. Ma ne ha ancora di strada da fare.

Sollecito: “Mi chiesero di incastrare Amanda”. Quella fu un’orgia davvero memorabile.

La Grecia potrebbe chiedere alla Germania i danni di guerra causati dall’occupazione nazista. O almeno di porvi fine.

Roma, Alessandra Mussolini rischia di cadere in una voragine. Poi il pifferaio ha smesso di suonare.

Fabio Volo ospite del Festival della Filosofia. Vogliono vedere come la prendiamo.

Corretto chirurgicamente il difetto agli occhi di Balotelli. “Sono nero???”

Università, al via i test di Medicina. Comincerei con l’escludere quelli che si dimenticano la penna nel compito.

Un antico papiro rivela che Gesù era sposato. Iniziò la carriera guarendo mal di testa.

Soldatessa inglese partorisce in Afghanistan. “E questi me li chiamate rinforzi?”

Aria condizionata

Marte, il 6 agosto gli Stati Uniti hanno fatto la storia. Al Giappone era andata molto peggio.

La sonda Curiosity è arrivata su Marte. Presto in partenza verso Plutone la sonda Sfizio.

Per la Nasa l’ammaraggio della sonda rappresenta motivo di gioia e orgoglio. Da noi sarebbe stato soltanto la fine del contratto a progetto.

Appena giunta su Marte, Curiosity ha iniziato ad inviare foto del pianeta. Almeno ci risparmiamo le diapositive quando torna.

Ilva, blitz del Noe a Taranto. Cercherà di salvare almeno una coppia di cittadini.

Entrando nella Prefettura di Taranto, i ministri Clini e Passera non hanno rilasciato dichiarazioni. È difficile parlare trattenendo il fiato.

In Piazza Maria Immacolata, un minuto di silenzio per vittime dell’Ilva e i morti provocati dall’inquinamento. Poi la gente ha ripreso a tossire.

Pussy Riot condannate a due anni di reclusione. Il popolo russo è pronto per una svolta gospel.

Secondo il tribunale, le Pussy Riot avrebbero agito per odio religioso. La Costituzione sancisce che Putin non è un semplice uomo.

Fumo si alza dalle vicinanze di San Pietro. Il cattolicesimo in poche parole.

L’incendio divampato a Roma rende più chiare le recenti dichiarazioni di Berlusconi sul ritorno alla lira.

Formigoni: “Il Papa prega per me tutti i giorni”. È una clausola dell’8 per mille di Daccò.

Armani ha disegnato i paramenti indossati dal vescovo di Mazara del Vallo. Un po’ debole come risposta a Prada.

Novene e messe nel padovano per invocare pioggia. Fossi una vergine mi rinchiuderei in casa.

Dopo le parole antiaborto del premier turco, agenzia locale offre pacchetto viaggio in Bosnia con aborto incluso. Se fossi una ragazza italiana mi segnerei l’indirizzo.

Monti: “La fine del tunnel si avvicina”. Presto sarà nel caveau della vostra banca.

Secondo il premier, con Berlusconi lo spread sarebbe arrivato a 1200. Ma in perfetto orario.

Monti ha poi telefonato al Cavaliere per chiarire le sue dichiarazioni: “Ma è l’ultima volta che ti spiego lo spread”.

“Sarà un autunno caldo”, ha dichiarato Elsa Fornero a chi le chiedeva perché questa estate 6 Italiani su 10 non sono andati in vacanza.

(sarà davvero un settembre difficile. La gente si accorgerà che le imprese non erano chiuse per ferie)

Ministro Barca: “La gente deve vedere le gru nei cantieri”. Ma dubito che ciò distragga dall’andare a ritirare la pensione.

Il re spagnolo Juan Carlos inciampa ripreso dalle telecamere. Ha trovato un modo originale per chiedere rigore alla popolazione.

Grecia, cinque neonazisti uccidono un iracheno. Ora i Tedeschi con le condizioni per i prestiti stanno esagerando.

Il paese ellenico chiede più tempo all’Europa per le riforme. Esponendo il paradosso della Merkel e la tartaruga.

Grillo si scaglia contro le Olimpiadi. Quindi mi aspetto di vederlo alle prossime.

Organizzata crociera coi redattori de Il Giornale e Silvio Berlusconi. A bordo i marinai saranno di gran lunga i più credibili.

(Crociera con Berlusconi. Vi immaginate quante battute sulle poppe?)

Lele Mora potrebbe essere affidato alla comunità di Don Mazzi: “Ehi, sei carino, hai mai pensato di fare il Cardinale?”

Valentino Rossi torna in Yamaha. Farà i rallenty di Lorenzo.

Roma, il comune da l’ok alla bretella. Tra i collaboratori di Alemanno deve esserci anche un gangster anni 30.

Esce il libro dell’ex-dirigente della Mobile sull’irruzione alla Diaz. L’indice è fratturato.

Paese sul Po inventa la Fiera mondiale della zanzara. Ha il merito di riuscire a fare maneggiare libri e quotidiani perfino ai leghisti

Morto il proprietario dell’amaro Unicum. La vendetta del caffè.

Baudo: “Il Pd mi voleva governatore della Sicilia, ma ho detto no”. È la seconda volta che salva un suicida.

Usa, una ragazza lo respinge, lui le fa pipì sulla gamba: “Vediamo se adesso mi caga”.

Costa Rica, vice ministra destituita a causa di un video hot. Avrebbe potuto causare rime sconvenienti.

Secondo un deputato inglese, il sesso con una donna che dorme non è uno stupro. È un matrimonio.

La benzina arriva a 2 euro. Per comprarne un litro oggi ho dovuto liquidare due Srl.