Renzo Boss

Bufera sulla Lega: i suoi bilanci sono truccati. Ma potrebbero essere solo lacune in matematica.

Dopo le perquisizioni negli uffici leghisti, i militari hanno sequestrato numerose carte ed alcuni pc. Che servivano a fermarle.

Umberto Bossi chiede le dimissioni del tesoriere Belsito, sotto indagine a Milano, Napoli e Reggio Calabria: in pratica ha unito l’Italia.

Per il senatur, lo scandalo sul tesoriere è scoppiato perché la Lega fa opposizione dura. Ma la vicenda Lusi lo smentisce.

Un biglietto di Belsito è stato ritrovato a casa di Ruby. “Se davvero ti piacciono i pelati sovrappeso…”

I pagamenti sostenuti da Renzo Bossi per ottenere il diploma sarebbero state coperti con rimborsi elettorali. Di svariate legislature.

Centinaia di migliaia di euro della Lega sono state usate per le spese del figlio del senatur. È che lo fregano sempre sul resto.

Il trota: “Altro che ville, abito in un monolocale”. Prova ad uscire dall’armadio.

In una intercettazione si parla delle cattive frequentazioni di Renzo. È il racconto del pranzo di Natale.

Umberto Bossi si è dimesso da segretario della Lega. Ora aspetta la liquidazione.

Il senatur: “Chi sbaglia paga”. È in quel momento che di solito arrivava Belsito.

Il leader leghista prende tempo su una eventuale ricandidatura. Prima vuole assicurarsi che la moglie sia in menopausa.

“Non vedo ladri, ma qualche errore”. Tu e Manuela dovevate stare più attenti.

La moglie di Bossi è appassionata di magia nera. Ma i suoi incantesimi funzionano a metà.

I soldi della Lega, oltre che ai figli di Bossi, sarebbero finiti anche a Calderoli. Non era una questione di sangue, ma di Q.I.

I militanti leghisti hanno gridato “Buffone” a Roberto Maroni. Credo sia una specie di incoronazione.

Nei mesi scorsi all’interno della Lega si preparava un dossier per screditarlo: “Pare faccia il ministro a Roma”.

Maroni: “Ora bisogna nominare un nuovo amministratore capace di aprire tutti i cassetti”. E di lasciare chiusi gli armadi.

La Lega espelle Rosy Mauro e Belsito, ma non Renzo Bossi. Riconosciute le attenuanti genetiche.

La dirigenza aveva garantito: “Pulizia senza guardare in faccia nessuno”. Basta la carta d’identità.

Umberto Bossi ha infine annunciato la propria ricandidatura: “ È ancora in giro quel dossier su Maroni?”

Il senatur parla degli errori da non ripetere: “Pensate che avevamo a fare l’amministratore uno legato alla ‘ndrangheta”. Vogliamo parlare degli ex alleati?

Dolce stil novo

Berlusconi costretto a dimettersi dai mercati. Non ha più trovato parlamentari da comprare.

L’ex premier ha dichiarato di essere stato tradito da chi gli stava vicino, proprio come Gesù. Di certo da quelli non verrà mai lapidato.

“Non mi attendo riconoscimenti”, ha affermato, mettendo pressione sui testimoni.

Si succedono le dichiarazioni sulla strada da intraprendere. Rutelli: “Serve un governo Pdl, Pd, Terzo Polo”. E lui farà parte di tutti e tre.

Salvini: “Il Pdl non esiste”. E’ d’accordo con dell’Utri.

Lupi vorrebbe invece una soluzione spagnola: davanti al momento drammatico, Berlusconi deve essere franco.

Bersani: “Evitare Vietnam parlamentare”. Non vuole proprio veder vincere i Comunisti.

“Elezioni subito”, ha dichiarato dal canto suo Di Pietro, facendo irruzione in una scuola elementare.

Bossi: “No alle ammucchiate, sì ad un governo Alfano”. Ognuno ha le sue perversioni.

Il medico personale del premier gli ha fatto visita. Annunciandogli che passerà all’Asl.

Ha comunque dichiarato di averlo trovato in buona salute. Ottimo, niente domiciliari.

Qualche giorno dopo, però, all’ex premier è salita la febbre fino a 39. 2,5 gradi di spread con la temperatura della Merkel.

Berlusconi: “Non mi arrenderò finché non avrò rinnovato l’architettura dello Stato”. E condonato le modifiche.

Per il Financial Times, il nuovo governo dovrà ricreare la fiducia di investitori ed alleati nell’Italia, e quella degli Italiani nella loro classe politica. O ripiegare su una più agevole pace nel mondo.

Monti nuovo capo del governo. Lui sì che sa come si trasforma la crisi in un’opportunità.

Il neo premier ha incontrato delegazioni di tutti i partiti. Ora ha più chiari i problemi del Paese.

“Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della Nazione”, è la formula del giuramento. Quante novità questo Governo!

Scompaiono i Ministeri di Brunetta, Bossi e Calderoli. Disinfestarli non è bastato.

Scompare anche il Ministero della Gioventù. Al suo posto quello dell’”Ai miei tempi”.

Molti banchieri nel Governo. Proveranno l’ebbrezza di stare dall’altra parte del debito.

Il nuovo ministro dell’Ambiente si è detto favorevole al nucleare, agli OGM, alla TAV e al ritorno della Prestigiacomo.

Berlusconi passa a Monti la campanella. Non vi dico chi è arrivato quando l’ha provata.

Prossimamente il nuovo presidente del Consiglio italiano farà un tour nelle principali capitali europee. Come Paese spalla.

Monti: “Alzare il livello di istruzione, che è nettamente inferiore alla media europea”. Alla scuola media europea.

Per il nuovo premier, l’Italia deve tornare protagonista in Europa. Per ora mi accontenterei di una salvezza tranquilla.

Bossi: “Saremo vigili”. Si faranno capire fischiando e gesticolando.

Berlusconi: “Il Governo Monti è una sospensione della democrazia”. Che era appena tornata in vigore con le sue dimissioni.

“Il nuovo governo parte col piede sbagliato”, ha dichiarato Capezzone, a cui nessuno ha ancora tolto il diritto di parola.

Scilipoti a Montecitorio con la fascia nera ad un braccio braccio. Ha difficoltà a distinguere la destra dalla sinistra.

Napolitano: “L’Italia sarà all’altezza delle attese dell’Europa”. E’ il bello di quando nessuno si aspetta niente.

Miccichè: “Napolitano ha fatto un richiamo all’Italia”. Per questo ci stiamo liberando del virus.

Per tanti ora si apre una nuova era politica. Speriamo sia quella in cui appaiono i sapiens.

Indice opponibile (reprise)

Berlusconi parla di economia durante una passeggiata coi nipotini: “Un giorno tutto questo debito sarà vostro”.

Il premier: “Aggrediremo i costi della politica”. Facendoli neri.

Il governo taglierà più di 50 mila poltrone. Le prossime fiction Rai e Mediaset dovranno essere per forza kolossal.

A rischio chiusura l’Accademia della crusca. Ormai il suo unico compito è aggiornare il T9.

Verranno aumentate le accise sui tabacchi. “Il fumo uccide, ma morirai da patriota”.

Tremonti: “Colpiremo gli evasori”. Con nuovi, sorprendenti regali.

In seguito alle proteste, Calderoli minaccia di raddoppiare l’aliquota del contributo di solidarietà per i calciatori. E di costringerli a fare i conti da soli.

Polemiche perché in Senato si mangia a prezzi bassissimi. Ma bisogna sopportare una pessima compagnia.

Gli altri Paesi europei approvano le misure del governo. Soprattutto quelli che sperano di sostituirci nel G8.

In Italia però la manovra ha ricevuto così tante bocciature che per Bossi ormai è un po’ come se fosse un figlio.

Ripetizioni di inglese gratis al Cepu per il Trota. Impossible is nothing.

(ripetizioni gratis… In realtà paga in base agli esami superati)

Disoccupato diventa nonno a 29 anni. Almeno gli sembrerà di essere in pensione.

Un uomo preleva dei soldi, ma rimane bloccato nella stanza del Bancomat per tre ore. La mia banca è diffidente.

L’ex tronista Karim, uscito dal coma, parla a Pomeriggio 5. Per dare speranza agli spettatori.

Morta a 114 anni la donna più vecchia d’Italia. Uccisa dal terrore di Barbara D’Urso.

Usa, è allarme per l’ameba che mangia il cervello. Pare che il cibo scarseggi.

Secondo uno studio australiano, la tv accorcia la vita: pare che per ogni ora davanti alla televisione si perdano 60 minuti di vita.

Scienza, c’è stato un periodo in cui la Terra in passato aveva due lune. Deve essere stato il Romanticismo.

Giovanardi, durante una serata di dibattito in un locale gay, si è guadagnato il “premio simpatia”. Quindi nemmeno loro se lo farebbero.

New York, numerose coppie di uomini in fila dall’alba per sposarsi. Il matrimonio è meno inquietante, se non stai sposando una donna.

Prete espulso per omosessualità: “Non sono gay, misuratemi l’ano. Poi chissà quante pagliuzze avrete nei vostri”.

Gli Alleati progettavano di fare assumere ad Hitler ormoni femminili per renderlo meno aggressivo. Poi hanno chiesto il parere di uomini sposati.

(almeno si sarebbe tagliato quei cazzo di baffetti)

Usa, una donna ha ucciso il fidanzato con le sue scarpe. E’ bastato mostrargli lo scontrino.

Prostitute adescano clienti all’aeroporto di Amsterdam. E alle Hawaii perdono ancora tempo con le corone di fiori.

Londra, apre la pizzeria Bunga Bunga. Per me senza mozzarella, grazie.

Sindaco Pdl di Altopascio: “Ai Comuni la gestione delle prostitute”. Basta candidature imposte da Roma.

Nel suo ultimo cd, Venditti dà voce alle donne. La parte migliore è il buco in mezzo.

Sfreccia sulla cabrio con una bara al posto del passeggero. Con le truffe alle assicurazioni stiamo proprio esagerando.

Gli Italiani pagavano tangenti ai talebani per tenerli buoni. Ognuno esporta quello che ha.

Anziano va a Lourdes e torna a camminare. Dio lo ha guarito dalla pigrizia.

Molto rumore per nulla

Migliaia di militanti leghisti si ritrovano ogni anno a Pontida. Per deporre le uova.

La Lega chiede di trasferire nel nord Italia 4 ministeri. Ma l’Austria rifiuta.

(Bossi vuole quattro ministeri al nord. Gli invalidi devono poter lavorare da casa)

“Berlusconi intervenga, qui crolla tutto”, ha dichiarato Renata Polverini, nuda davanti allo specchio.

Al raduno dei leghisti, spezzoni del film Braveheart. Barbarossa ha fatto cagare anche a loro.

Bossi parla a Mezzogiorno. E’ una provocazione?

Il suo discorso è stato messo a punto durante la notte. Dev’essere accaduto subito prima che portasse consiglio.

“Ministeri in Brianza perché è piena di mafiosi”. E manca il coordinamento.

Bossi chiede il dimezzamento dei parlamentari. Potranno essere eletti solo quarti di uomini.

In serata, tutti danno la loro interpretazione delle sue parole. Sono un po’ come l’arte astratta.

Alfano eletto segretario del Pdl. Continuerà ad occuparsi di processi.

Le modifiche allo statuto sono state approvate all’unanimità. Ci sarebbe stato un voto contrario, ma per considerarlo valido sarebbe stata necessaria un’ulteriore modifica.

Berlusconi: “Angelino, devi essere tu a impegnare le tue giovani forze al servizio di tutti noi”. Almeno fino al rilascio di Lele Mora.

Il premier: “Gli Italiani dovrebbero farci un monumento”. Cominciate a cadere.

Alfano mostra il santino della sua prima campagna elettorale, in cui appare giovane, pieno di energie e di capelli. E’ la perfetta rappresentazione di come ci si riduca dopo 17 anni di Berlusconi.

Alfano fu spinto a entrare in politica dal jingle di Forza Italia. Per fortuna non ascoltò Wagner.

“Voglio creare un partito di onesti”. Dev’essere quantomeno un incarico a vita.

“Tra i valori che ispirano il Pdl c’è la famiglia naturale, composta da un uomo e una donna”. Ed un armadio capiente.

“Questo è il periodo delle formiche e non delle cicale”, ha dichiarato Alfano, escludendo la candidatura di Heather Parisi.

“Tra i nostri valori c’è la vita”. Insomma, basta che respiri.

Alfano: “La prospettiva del Pdl è quella del Ppe”. Ripetuto, come sottofondo al trenino.

Voto di cambio

Si sono svolte le elezioni amministrative, trasformate da Berlusconi in un referendum su se stesso. Credo sia stato abrogato.

Il voto ha causato irritazione al premier. E’ allergico alle consultazioni democratiche.

I risultati a Milano sono così deprimenti per il centrodestra che c’è chi dice di aver visto la Moratti dalle parti dell’ufficio anagrafe.

Per il sindaco uscente 80 mila voti in meno rispetto al 2006. Luci a San Siro.

Dimezzate anche le preferenze per Berlusconi: ora le vuole di 8 anni e mezzo.

In conferenza stampa Bondi, La Russa, Verdini, Cicchitto, Gasparri, Quagliariello e Capezzone spiegano l’esito del voto. Senza nemmeno bisogno di parlare.

Quagliariello: “Il premier non ha sbagliato”. Paga l’aver intorno persone che gli danno sempre ragione.

Bersani parla di boomerang per Berlusconi. Si è stancato di riportargli il bastoncino.

La riunione del coordinamento del Pd si è conclusa con un applauso di tutti. Stavolta senza utilizzare la faccia del segretario.

Il centrosinistra parla di “nuovo vento dal nord”. Per rendere i risultati comprensibili anche al pubblico del Tg1.

Vertice Premier – Lega sull’immigrazione: “Come facciamo a fare arrivare un barcone a Milano entro due settimane?”

Lungo faccia a faccia Berlusconi – Bossi: nessuno dei due aveva niente da ridere.

Il senatur: “”La base sta dove sto io”. Ma qualsiasi altezza è molto lontana.

“La Lega farà ricorso a Bologna”, ha dichiarato il suo ambasciatore nella città.

Summit del terzo polo sui ballottaggi. Le loro elezioni iniziano adesso.

Il terzo polo non darà indicazioni di voto a tutti i suoi elettori. Valgono di più sfusi.

Napoli al ballottaggio. Pensate quanta altra carta non verrà riciclata.

A Milano i grillini non daranno indicazioni di voto. Non si occupano di politica.

Fiches&Cie

Emergenza profughi, Berlusconi a Lampedusa con un abbigliamento quasi informale: senza cravatta, ma coi pantaloni

“Dopo la politica potrei fare il pescatore”. Per continuare a sparare cifre gonfiate.

Il premier ha fatto ai Lampedusani promesse così mirabolanti che mancava solo una seconda campata del Ponte sullo Stretto.

“Gli immigrati saranno caricati su sei o sette navi”. Dipende da quanti tamburi si riescono a trovare.

I profughi provenienti dal Nord Africa verranno smistati in tutta Italia, tranne in Abruzzo. Ha giacimenti propri.

Berlusconi ha annunciato che Lampedusa sarà sede di un casinò e di aver comprato casa sull’isola. Pare che alcune sue ospiti e il gioco d’azzardo vadano spesso di pari passo.

“Chiederemo per Lampedusa il Nobel per la pace”. La popolazione lo ha accolto con straordinario autocontrollo.

“Stiamo ripulendo la collina della vergogna”. Basta leghisti al Viminale.

L’Ue tuttavia è titubante su un intervento in Italia. Almeno all’inizio la rivolta dovremo farcela da soli.

Nel frattempo, alla Camera la maggioranza ha cercato di accelerare così tanto sul processo breve che ormai si parla di assoluzione preventiva.

L’opposizione grida “Vergogna! Vergogna!”, la maggioranza chiede un dizionario.

“Berlusconi qui come a Lampedusa prende in giro tutti’”, ha dichiarato Rosy Bindi, commentando la proposta di una sua possibile candidatura a Miss Italia.

Fini colpito in testa da un giornale. Una volta era più crudele Tana delle Tigri.

Bocciato il verbale della seduta. I comportamenti sono stati tali che deve redigerlo un maresciallo.

Pochi giorni prima, Berlusconi in aula per il processo Mediatrade dopo 8 anni. Nessuna dichiarazione da parte del premier, che si è limitato ad ascoltare. Poi si è ritirato per deliberare.

Ghedini ha parlato di atmosfera serena. Smentendo la sua solita faccia.

Per Berlusconi i pm non si fermano nemmeno davanti all’evidenza. Ma il processo è un diritto anche per i colpevoli.

“Ho giurato sui miei figli che le accuse sono false”. Credibile giurare su un coimputato.

I sostenitori del premier presenti sono stati pagati con 20 euro. Berlusconi è un uomo che divide: o lo odi, o lavori per lui.

Offerti soldi ad un’impiegata dell’anagrafe marocchina per modificare la data di nascita di Ruby: il giorno di Ognissanti non è proprio quello adatto.

“Mi si sono avvicinati tre uomini, due erano di certo italiani”. L’ha capito quando hanno tentato di corromperla.

Saviano: “Non entro in politica”. Anche la sfida alla delinquenza ha un limite.

Al via il processo Cucchi che si svolgerà in un’aula bunker. Evidente la volontà di insabbiare.

Renzo Bossi su internet scrive per 25 volte scii. E meno male che non doveva scrivere snowboard.

Il Trota si è recato in Sicilia, dove il bisnonno salvò 200 Ebrei dando loro documenti falsi. Dev’essere andato a ritirare il diploma.

Secondo uno studio, chi nell’adolescenza si masturbava in bagno può poi soffrire di eiaculazione precoce. E aver voglia di una sigaretta ogni volta che sente lo sciacquone.

Il Comune di Salsomaggiore sospende la collaborazione con Miss Italia. Dovrà accontentarsi di semplici stagiste.

Cina: bimbo di 3 anni pesa quasi 60 kg. Ma per sua nonna è comunque deperito.

Galan, nuovo ministro della cultura, vuole fondi certi. Come quello toccato dal ministero.

Nicole Minetti: “Vorrei essere Ministro degli Esteri”. Deve essersi confusa con Miss Italia nel mondo.

Il ministro Rotondi inseguito da due pregiudicati. Aveva rubato loro il portafoglio.

Disastri italici

Allarme rifiuti, a Napoli inviati ispettori Ue. Perché la popolazione li ritenesse del luogo.

In due anni non si è fatto molto per l’emergenza. A parte renderla protagonista della campagna elettorale.

L’immondizia in strada diventa un banchetto per gabbiani e piccioni. Per non parlare degli avvoltoi.

L’Italia è stata multata dalla Corte europea di giustizia per il mancato rispetto delle regole comunitarie sulla gestione dei rifiuti: un duro monito contro il Lodo Alfano.

Berlusconi e Bossi nel Veneto alluvionato. Durante le piogge era l’eventualità del “potrebbe andare peggio”.

Anche Angelina Jolie, che sta girando il suo primo film da regista, ha deciso di aiutare il Veneto. La pellicola non sarà distribuita nella regione.

A Brescia un gruppo di immigrati ha vissuto 16 giorni su una gru in pieno centro storico. Pagando regolarmente l’affitto a Scajola.

La protesta era dovuta alla convinzione di essere stati truffati dal governo. Ma avevano chiesto loro di essere trattati come Italiani.

Fli ha votato un emendamento del Pd a favore dei diritti degli extracomunitari. Due gesti umanitari in un colpo solo.

Primarie del centrosinistra a Milano, i candidati erano tutti interisti. Già abituati, quindi, ad esultare per le vittorie di casa Moratti.

Boeri ha telefonato a Pisapia per congratularsi per la vittoria e dispiacersi per la futura sconfitta.

L’affluenza è stata scarsa: la gente si stanca di decidere chi arriverà secondo.

Maroni: “Finché sarò ministro, niente voto agli immigrati”. C’è il rischio che non abbiano la televisione.

Secondo la Dia, al vertice delle gerarchie mafiose ci sarebbero sempre più donne. Astuto tentativo per facilitare la trattativa coi vertici dello stato.

Istat, in famiglia fanno quasi tutto le donne. Ora non resta che convincerle a picchiarsi da sole.

Ps: Volevo ringraziare tutti coloro che hanno partecipato alla presentazione del libro di Spinoza al Circolo Zuni di Ferrara venerdì per la bella serata. Se qualcuno passa di qua e vuole lasciare un saluto è il ben venuto!

Fuoco e fiamma

Grande attesa per l’intervento di Fini. Ora che finalmente può scriverselo da solo.

“Sono stato cacciato dal partito che ho contribuito a fondare”, ha dichiarato, amareggiato, il predellino.

(Un atto illiberale ed autoritario. E chi se lo aspettava da Berlusconi?)

“Il Popolo della Libertà non può essere derubricato a un contorno del leader”. Anche se al suo interno abbondano le patate.

“Governare è comprendere le ragioni altrui e garantire equilibrio tra i poteri”, ha affermato Fini, scartando un Bacio Perugina.

Il Presidente della Camera si è detto preoccupato per le proteste delle forze dell’ordine. Chi li manganella?

Fini: “La Padania non esiste”. Si aspetta la replica del dito di Bossi.

“Solo chi non conosce la storia, oltre che la geografia, può pensare che la Padania esista”. In effetti è l’identikit del leghista medio.

“Fli deve anche fare tutto il possibile per affiancare a federalismo e giustizia anche la ripresa economica”. Basta ricordare a Berlusconi che ne avrebbe un vantaggio personale.

“Chi ha anziani a carico dovrebbe avere un carico fiscale minore”. Finalmente potremo scaricare il premier.

Terminato il suo intervento, il Presidente della Camera si è recato a cena, durante la quale ha sputato ripetutamente nel piatto.

Alcuni ritengono il discorso di Fini il rafforzamento del bipolarismo, altri la sua fine. E’ proprio un politico vero.

Capezzone definisce deludente l’intervento. Non gli ha nemmeno fatto un’offerta di lavoro.

Di Pietro: “O fai l’opposizione o stai al governo”. Oppure sei il Pd.

Franceschini: “La destra è spaccata. Il Pd può batterla”. Ora gioca in casa.

Alla vigilia del discorso del Presidente della Camera, ai finiani che decidessero di tornare al Pdl Berlusconi ha assicurato un posto nelle prossime liste elettorali. E 500 sms gratis al mese.

Berlusconi non chiederà ai parlamentari la fiducia sul processo breve. E’ troppo importante per fare decidere a loro.

“Se dovesse venire meno la maggioranza, torneremo dagli elettori, che sapranno bene a chi dare il loro voto”, ha dichiarato il miglior offerente.

L’armata Brancherleone

Brancher nominato ministro per l’attuazione del federalismo. L’ennesima poltrona romana sorta in nome del decentramento.

Di Pietro: “Il messaggio è che conviene fare il delinquente, perché magari si diventa anche ministro”. E con Berlusconi non è nemmeno il modo più ripugnante per diventarlo.

Il neoministro Brancher, dopo aver giurato sulla Costituzione, ha avanzato il legittimo impedimento. Come ormai previsto dal protocollo.

Polemica l’opposizione: “”Brancher è il ministro per l’attuazione del legittimo impedimento”. La maggioranza sta già cercando la talpa.

Bersani chiede “a che cosa serva un ministro per il federalismo, quando se ne occupano Fitto, Bossi e Calderoli”. Dandosi già la risposta.

Berlusconi: “”Polemiche assurde, Brancher è stato fondamentale per i miei rapporti con Umberto Bossi e la Lega”. Facendo da traduttore.

Contro l’utilizzo del legittimo impedimento da parte del neo ministro, si è pronunciato il Quirinale, con una breve nota: “Tana per Brancher”.

Anche molti sostenitori leghisti sono contro Brancher. Non riuscendo però a renderlo simpatico.

Travolto dalle polemiche, Brancher rinuncia al legittimo impedimento. Tanto il ministero è ancora in garanzia.

“Chi non conosce il mio lavoro si informi, prima di parlare”, ha affermato il neoministro, precisando di non voler rilasciare dichiarazioni.

“Non ce n’è nessun motivo per dimettermi”. Ma ora neppure per non farlo.

“Sto preparando una lettera di precisazione da mandare al Quirinale in cui spiego i motivi della richiesta di legittimo impedimento”. Una confessione di colpevolezza.

“L’Italia perde i Mondiali e se la prende con me”. Falso, eravamo pronti a figuracce internazionali in questo periodo, con la Nazionale in Sudafrica e Berlusconi al G8.

Lega

Genova, letame fuori dalla sede della Lega Nord. Dev’esserci una perdita.