Non c’è tempo

“In nome del popolo italiano”, ha iniziato il giudice, quasi a volere scaricare le responsabilità. La sentenza è stata pronunciata in soli 20 secondi. Ma ormai il reato era prescritto. Troppo tempo è passato da quando Berlusconi corruppe Mills, il che derubrica l’accusa in “errore di gioventù”. Il presidente ha citato l’articolo 531 del codice di procedura penale, ma questo le è valso comunque un’accusa di plagio da parte di J Ax. Il reato dell’ex premier si è dunque estinto. È uno di quelli senza accoppiamento

Il pm De Pasquale aveva chiesto 5 anni di reclusione per Berlusconi. Lele Mora gli aveva chiesto, già che passava dal carcere, di portargli dei soldi. Secondo l’accusa, il cavaliere avrebbe dato 600 mila dollari a Mills per testimoniare in suo favore, mentendo. L’ex avvocato inglese, intervistato dopo la sentenza, ha negato che ciò sia avvenuto. Deve essere ancora sotto contratto. Berlusconi infatti non è stato assolto. Certo, paga l’assenza di Minzolini dal Tg1. Per Mills in Italia, a differenza che in Inghilterra, esiste la prescrizione perché è un paese cattolico. Ma forse si confonde col trasferimento dei colpevoli. I giudici avevano già stabilito che Mills è stato corrotto con soldi di Berlusconi per mentire a favore di Berlusconi. Ma siamo davvero un paese cattolico: odiamo il peccato, non il peccatore.

Il dibattimento è durato 5 anni o meglio, considerando dove è stato deciso, una legislatura. Le vicende giudiziarie dell’ex premier hanno infatti bloccato il paese, impegnando il Parlamento a lungo. Il termine per la prescrizione per corruzione in atti giudiziari è stato diminuito di un terzo con una norma apposita, quando si avrebbe avuto lo stesso effetto legandolo al potere d’acquisto di salari e pensioni. L’estinzione del reato è giunta grazie ad una legge ad personam del 2005, la cosiddetta ex Cirielli, che prevede che “la prescrizione per il reato di corruzione in atti giudiziari è scattata qualche giorno fa”. Ed è proprio vero: secondo i giudici il reato si è prescritto tra il 15 ed il 18 febbraio. Berlusconi deve avere pagato Mills molto lentamente.

Ma agli avvocati dell’ex premier il proscioglimento non basta, vorrebbero l’assoluzione piena. E che Mills restituisse i soldi. Longo annuncia di voler impugnare la sentenza, probabilmente per ottenere la prescrizione dell’appello. Ghedini invece si lamenta perché sono stati respinti i testimoni che avrebbe voluto ascoltare. Anche se, considerate le tariffe, si tratta di un gran bel risparmio. “Volevo l’assoluzione piena”. Prova a difendere un innocente.

Presto sono giunte le reazioni politiche alla sentenza: “È finita la folle corsa del pm”, ha dichiarato Alfano, appendendo l’ennesimo trofeo sul camino. “Il pm ha tentato di taroccare il calcolo della prescrizione”. Quasi fosse un qualsiasi bilancio.
Gasparri: “Certi magistrati negano il diritto e il calendario”. Te l’ho già detto, siamo in quaresima, quello coi cioccolatini è solo per l’avvento. “Il pm De Pasquale non può restare nella magistratura”. Un altro Di Pietro no però, eh!
Cicchitto: “I tempi della prescrizione erano chiarissimi”. Bastava iniziare a contare dal giorno del reato, applicare le modifiche avvenute in corsa a causa delle leggi ad personam, sottraendo al totale i periodi in cui il processo era bloccato a causa di altre leggi apposite.
Rosy Bindi: “Non comprendo la soddisfazione del Pdl per una prescrizione, che è ben diversa da un’assoluzione”. Probabilmente è l’unica che lo crede innocente.

Al momento della sentenza, Berlusconi non era in tribunale. Lui le sue battaglie giudiziarie le combatte da altre aule. In serata, l’ex premier si è recato a San Siro per la partita Milan Juventus, durante la quale un goal netto del milanista Muntari non è stato convalidato. E va bhè, dai, un’ingiustizia a favore e una contro. Dopo il proscioglimento, il cavaliere avrà voluto festeggiare. Facendo di certo partire il conteggio per qualche nuova prescrizione.

Giochi capitolini

Monti dice no alle Olimpiadi. Teme aumenti incontrollati per i giochi a sei cerchi.

Il presidente del Consiglio non è stato convinto dalla relazione sui costi. Soprattutto la parte dove diceva “Invece, senza fattura…”

Petrucci, Pescante e Alemanno sono molto arrabbiati per la mancata candidatura olimpica. Bravi, è proprio questo lo spirito.

La Chiesa pagherà l’Ici sugli immobili dove si svolge un’attività commerciale. Non avendone altri.

(vedi ad avere un premier che non deve farsi perdonare le mignotte?)

Tessere Pdl, adesioni anomale in varie parti d’Italia. Non hanno chiesto favori in cambio.

In Sardegna denunciata la presenza di esponenti Pd nel Pdl. Dicono di essere tanto diversi dal resto dell’Italia e poi…

A Savona risultano come tesserati del Popolo della libertà alcuni nomadi. Debole la difesa: “Non pensavate mica votassero Lega?”

Alfano: “Il Pdl si è dotato di regole contro i furbi”. Gasparri le rispetta senza problemi.

A Napoli sospetti su numerose tessere. Il rituale di affiliazione non sarebbe stato eseguito correttamente.

Fede: “Dopo il Tg4 scendo in politica”. Finalmente ha deciso di schierarsi.

Sanremo, Celentano ha detto così tante banalità che il padre di Fabio Volo ha chiesto il test del dna.

I giornali cattolici e la conferenza episcopale hanno risposto duramente al suo intervento. Sono abituati a disquisire sul nulla.

Il cantante ha attaccato anche Merkel e Sarkozy. Spero che per tenerci in Europa ci chiedano la sua testa.

Bersani: “Tra Fornero e Belen mia figlia sceglierebbe Fornero”. È appoggiata da Sel?

(e comunque sono due fautrici della flessibilità sul lavoro)

Il processo Eternit si conclude con una condanna. Bisognerà trovare un altro modo per aggirare l’articolo 18.

In Iran potrebbe essere abolita la lapidazione. Hanno appena scoperto il fuoco.

Negli Usa una senatrice repubblicana ha proposto di rendere illegale la masturbazione. L’America ha bisogno di giovani incazzati e pieni di energia.

Putin vuole incentivare le nascite per ripopolare la Russia. E i paesi limitrofi.

Ricercatore italiano all’estero scopre il “mantello dell’invisibilità”. Era sui suoi colleghi rimasti in Italia.

Professore arrestato a scuola per spaccio di droga. Ora verrà interrogato.

Scoperta in provincia di Como la grotta più lunga d’Italia. Sbuca davanti ad una banca svizzera.

Regione Piemonte, primo sì della commissione bilancio all’assegno per le madri che decidono di non abortire: 250 euro per 18 mesi. Poi potranno sempre vendere il bambino.

(per i cattolici la vita è sempre stata un valore. Finalmente hanno quantificato)

Oscurato il portale sul Vajont per una frase che accosta Paniz e Scilipoti alla mafia. Ma è solo un avvertimento.

Esplode la sigaretta elettrica, uomo perde denti e lingua. “Ehi, questo non c’era scritto sul pacchetto!”

Finta dottoressa deruba anziani in un ospizio. Quando c’è gente che ha studiato anni per farlo.

Il movimento eco-nazionalista padano lancia la sua moneta. Ideale per il riciclaggio.

Ciclismo, uomo di 100 anni batte il record dell’ora della sua categoria. Ma all’arrivo c’era comunque tra la folla quella nera signora.

Uomo trovato morto con quaranta euro in bocca. A volte l’amore costa troppo.

Per rilanciare la sua immagine, Calcutta sarà pitturata di azzurro. Sarà il primo cielo a fogna aperta.

Vacanze scolastiche

Approvata la riforma Gelmini. Prevede un codice etico contro i conflitti di interessi e divieto di proseguire l’attività oltre i 70 anni. Con un tale bagaglio di esperienza e relazioni è doveroso servire il paese.

I rettori potranno restare in carica massimo sei anni e saranno sfiduciabili. I ricercatori potranno avere contratti per massimo sei anni e saranno sfiduciati.

I bilanci dovranno rispondere a criteri di trasparenza. Una ferma risposta a chi accusa il governo di trattare le Università come le aziende.

Le risorse saranno assegnate in base alla qualità della didattica e della ricerca. Se è buona, vuol dire che si può tagliare ancora un po’.

Alla prima occasione, il neonato Terzo Polo non riesce a trovare una posizione comune. Il Pd apprezza l’apertura.

Secondo il Quirinale ci sarebbero contraddizioni nella riforma del Ministro Gelmini. Per esempio, tra Ministro e Gelmini.

Giovani in piazza a Roma: ormai si parla così tanto dei possibili problemi di ordine pubblico, che non mi ricordo nemmeno di chi è il concerto.

Ricercatori e precari per le strade e nelle piazze. Come previsto dalla riforma.

Nelle proteste dei giorni precedenti, Babbo Natale e la Costituzione. Ma Berlusconi non crede in nessuno dei due.

Commercianti preoccupati per le manifestazioni. Con tutte quelle forze dell’ordine in giro, dovranno fare gli scontrini.

Fini: “Bisogna isolare i violenti”. Abbandonandone il partito.

Gelmini: “Milioni di studenti sono a casa a studiare”. Ne approfittano finché possono.

Alcuni rappresentanti del sindacato fermano le auto per leggere la Costituzione. Gli automobilisti ricambiano recitando il calendario.

A Torino, gli studenti manifestano vestiti da garibaldini. La Lega parla di inaccettabile provocazione.

Esponenti della maggioranza cercano di incendiare il clima tra forze dell’ordine e studenti. L’obiettivo è fare dimenticare che il governo coi suoi tagli è un nemico comune.

Gasparri: “Genitori, le manifestazioni sono frequentate da potenziali assassini”. E occhio alle cene di Natale.

“Delira per sviare l’attenzione dal merito della riforma”, ha detto Ferrero di Gasparri, sopravvalutandolo.

Secondo Belisario, Gasparri vuole incendiare il clima. Ma lui si difende, dando la colpa al buco dell’ozono.

Orlando (Pd): “Gasparri gioca col fuoco”. Il fascino della novità.

La Camera dei Lordi

Nel suo discorso alla vigilia del voto, Berlusconi si è richiamato allo spirito della Costituzione. Dopo averne nascosto il corpo.

Il premier ai parlamentari: “Non servono personalismi. Lasciate fare a me”.

“Se avremo la fiducia apriremo la porta ai moderati”. Così finalmente potranno uscire.

Nei discorsi di Berlusconi ci sono così tante promesse che non verranno mantenute, da renderli più adatti al Transatlantico.

Nel suo intervento, il premier non ha mai parlato delle condizioni reali del Paese. E’ in prognosi riservata.

Berlusconi invita i finiani a non rompere l’unità dei moderati. Che graziosa metafora!

Il giorno del voto, è partito guadagnandosi la fiducia dei senatori. La base di tutte le truffe agli anziani.

Quando Di Pietro ha preso la parola, il premier ha lasciato l’aula. Voleva che il suo voto rimanesse una sorpresa.

Camera, Berlusconi non va sotto. Finché si trova nei confini del Paese, è lui il maschio dominante.

Ho capito che era riuscito convincere alcuni deputati dell’opposizione a votare per lui quando ho visto che la seduta era presieduta da Iva Zanicchi.

I bookmaker davano però favorita la sfiducia. Non sono abituati al calciomercato a partita in corso.

Maria Grazia Siquilini (Fli): “Andrò in bagno prima della chiamata in aula, mi guarderò allo specchio e deciderò”. Ha deciso che i soldi per le plastica le servivano proprio.

(e poi fare certe porcate davanti allo specchio può essere eccitante)

Scilipoti (Idv): “Scelta dolorosa e traumatica, ma rivoluzionaria”. L’attaccamento alla poltrona e gli interessi personali entrano finalmente in politica.

La Polidori sarebbe stata convinta in cambio della garanzia di favorire il Cepu. Le hanno fatto leggere la riforma Gelmini.

Calearo, eletto col Pd, ha votato per Berlusconi. Rimanendo coerente.

D’Alema: “Si è raggiunto il livello più basso di degrado della storia della Repubblica”. La classica intervista al precedente detentore del record.

Gasparri rivolge il dito medio a Fini. Mostrando tutta la sua virtù.

Alcuni deputati finiani hanno deciso di tornare al Pdl. L’Italia deve essere il vitello grasso.

Subito dopo la fiducia a Berlusconi, impennata in Borsa per il titolo Mediaset. Gli speculatori comunisti farebbero di tutto pur di far credere che in Italia ci sia un conflitto di interessi.

L’esito del voto ha provocato, a causa di scontri nelle strade di Roma, alte colonne di fumo. Seconde solo a quelle degli angeli.

Vespa in studio col plastico di Montecitorio. Mentre un criminologo spiegava l’esito del voto.

Emergency

Tre operatori di Emergency arrestati in Afghanistan, per la presunta partecipazione all’organizzazione di un attentato. Secondo alcune indiscrezioni, i tre, dopo aver insistentemente negato e con molta vergogna, avrebbero confessato. Di essere Italiani.

Gino Strada respinge le accuse: “E’ come dire che il Presidente della Repubblica italiana è stato sorpreso a rubare in un negozio di giocattoli”. Voleva dire: “E’ come se il Presidente della Repubblica italiana firmasse leggi incostituzionali”, ma sarebbe suonata come una confessione.

Gino Strada: “Emergency in Afghanistan è testimone scomodo di quanto fa una specie di governo ai danni della popolazione”. Ed è questo che li fa sentire come a casa.

La maggioranza attacca duramente l’associazione. Gasparri: “La linea di Emergency non è chiara”. Al contrario di quella del suo encefalogramma.

Frattini: “Le dichiarazioni di Gino Strada sembrano quelle di un politico”. E, in questa vicenda, sono le uniche con questa caratteristica.

Frattini: “Mi aspetto il rispetto di tutti i diritti, compresa la presunzione di innocenza, per i tre terroristi di Emergency”.

La pillola dei 5 giorni dopo

Arriva la pillola dei «5 giorni dopo». In Europa è già stata approvata dall’Emea, l’ente europeo per il controllo dei farmaci, e quindi si prevede che sarà disponibile in Italia fin dall’estate. 2025.

Gli effetti collaterali segnalati sono principalmente mal di testa, nausea, dolori addominali, scissioni nel Pd.

Aggredito il Papa!

Dopo Berlusconi, aggredito anche il Papa. Ormai il disegno è chiaro: colpire i leader di stati teocratici.

Una donna italo – svizzera, Susanna Maiolo, dopo aver scavalcato le transenne, si è diretta verso Benedetto XVI. Sarà la nuova testimonial di Olio Cuore.

Il Santo Padre, spinto, è caduto a terra: la moviola mostra che era rigore.

Per non turbare il pubblico cattolico, le immagini sono andate in onda con in sottofondo la musichetta di Benny Hill.

Il Papa, finito a terra, si è subito rialzato, grazie al nuovo abito Meliconi.

Ratzinger, preso il microfono, ha dichiarato: “Ora avete capito perché il cattolicesimo è così maschilista?”

Dell’aggressione si occuperà solamente la giustizia vaticana. Per sicurezza, la Maiolo si è affrettata a rinnegare Darwin e la teoria eliocentrica.

La vicenda potrebbe avere serie ripercussioni sui rapporti tra Svizzera e Vaticano: a rischio la beatificazione del nonno di Heidi.

“Non è successo niente di grave”, ha dichiarato Bagnasco.
“Vaffanculo”, ha replicato dall’ospedale il Cardinale Etchegaray col femore fratturato in una caduta dovuta alla concitazione di quegli attimi.

Ora ci saranno la finale 3°-4° posto Benedetto XVI – Berlusconi e poi la finalissima Tartaglia – Maiolo.

Gasparri, dopo gli ultimi avvenimenti, parla di misure speciali contro le aggressioni di psicolabili. Ennesimo conflitto di interessi nel centrodestra.

Coming soon…

Copertina

Preferenze elettorali

Nel video diffuso ieri, non solo al Zawahiri mostra che Al Qaeda non è per niente contenta dell’elezione di Obama, come aveva sostenuto Gasparri, ma, in una parte che nessuno ha mostrato, auspica addirittura che tutti i paesi occidentali possano essere governati da persone della capacità e dell’intelligenza di Gasparri stesso, in modo che la vittoria Al Qaeda possa essere rapida e totale.

Published in: on novembre 20, 2008 at 10:40 pm  Lascia un commento  
Tags: , , , , , ,

Senti chi parla…

Gasparri ha detto che Veltroni compie azioni da stupido ed incapace. In pratica lo ha accusato di plagio.

Published in: on novembre 16, 2008 at 3:03 pm  Comments (3)  
Tags: , , , , , ,