Un nostalgico a Milano

Viaggio a Milano per Benedetto XVI. Ma Mourinho smentisce ci sia una trattativa per il suo ritorno.

“Il paradiso dovrebbe essere simile alla mia gioventù”. Nemmeno quello riguarda il tuo futuro.

Per l’arrivo del Papa sigillati i tombini. Ma dubito la ghisa per lui sia abbastanza di valore.

Davanti alle autorità, Ratzinger ha definito preziosa la collaborazione dello Stato con la Chiesa. Mica come con l’altro maggiordomo.

Formigoni: “Sua Santità mi ha detto parole straordinarie”. Sì, basta pentirsi in punto di morte.

La Scala venerdì sera ha accolto il Pontefice. Come pericolosità è stato posto tra il sesto e il settimo grado.

(Il Papa alla Scala. Gli animalisti: “Inaccettabile provocazione”)

Sabato San Siro è stato invaso dai pellegrini. Si teme la scomunica del campo.

Il Papa sul terreno del Meazza: “Che strani questi due crocifissi bianchi”.

Benedetto XVI ha accettato con gioia sia la maglia dell’Inter che quella del Milan. E in tre giorni a Milano è costato come un anno di Ibrahimovic.

“La famiglia deve essere fondata sul matrimonio. E la difesa sul libero staccato”.

Ratzinger ha poi attraversato Piazza Duomo tra lo sventolio di fazzoletti bianchi: “Italiani arrendono sempre subito”.

In fondo alla piazza le parole del Papa arrivavano attutite e i pellegrini stentavano a capirle. Si era attivato il parental control.

Un uomo vestito da inquisitore ha iniziato a dire frasi sconnesse, ma è stato subito bloccato e allontanato. Sull’episodio indaga l’antitrust.

Lungo applauso per una famiglia di Cento. Poi la Zanicchi ha fatto partire il coro.

(quando si sono allontanati dal Pontefice erano di 99,2)

In un’edicola, Playboy accanto a Famiglia Cristiana con la foto del Papa. Del resto entrambi invitano alla procreazione.

Benedetto XVI è infine arrivato all’aeroporto di Bresso con la Papamobile. “Mi credete adesso?”

Nell’attesa, gli animatori per i bambini si sono inventati la “haka del pellegrino”. O almeno è quello che hanno detto agli agenti.

Il Pontefice ha parlato davanti ad un milione di persone: “La domenica è il giorno del riposo. Cazzo ci fate qua?”

(“La domenica è il giorno del riposo”. Accolte le rivendicazioni sindacali dei sacerdoti)

Il Papa: “La Chiesa è vicina ai separati”. Vuole la sua parte di alimenti.

Mons. Georg ha portato un bambino a Ratzinger. Che ha chiesto subito il test del dna.

Il bimbo, però, sulla Papamobile si è messo a piangere. Insospettito dai ribaltabili.

La Chiesa ha annunciato che darà 500 mila euro alle vittime del terremoto. Dio ha optato per la constatazione amichevole.

18 tecnico

Lavoro, si accende il dibattito sul modello per il nuovo articolo 18. Basta che sia molto magro.

Monti: “Nessuno oggi ha potere di veto”. Di taxi si parlerà un altro giorno.

Per la norma si propone il modello tedesco. Anche se le nostre aziende si stanno già spostando all’estero.

Il nuovo articolo 18 prevede il reintegro solo per i licenziamenti discriminatori. Discriminando gli altri.

Nella lettera di licenziamento dovrà essere indicata la motivazione. Ad esempio “Perché sì”.

Previsto un rito procedurale abbreviato per le controversie in materia di licenziamenti. Il procedimento in tronco.

Ulteriore modifica alla norma: il ricorso contro un licenziamento senza giusta causa varrà come giusta causa.

Monti: “Dagli Italiani grande maturità”. Ora potranno cercare un lavoretto estivo.

Il Presidente del Consiglio ci tiene molto a sottolineare il ruolo del ministro Fornero: “È la sua riforma”. Come la legge era di Biagi.

Bagnasco insiste sulla necessità di dare a tutti la possibilità di lavorare. Deve aver calcolato l’otto per mille di zero.

Alfano: “La mia preoccupazione è che l’agenda alla fine la faccia il sindacato e non il governo”. E lui non vuole rinunciare alla copertina in pelle umana.

“Cgil? Noi ragioniamo con la nostra testa”, ha affermato Bersani, inaugurando la sezione di Lerna.

Il segretario del Pd: “L’Italia va convinta o arrivano cazzotti”. Ha ancora i lividi dalle ultime politiche.

Dopo aver messo a punto la riforma, Monti si è recato in estremo oriente. Per ribadire il concetto.

“Vedo che la crisi dell’Eurozona è superata. Però non me li ricordavo tutti questi occhi a mandorla”.

Monti tranquillo: “La riforma del lavoro passerà”. E non crescerà più l’erba.

Cosenza, Brambilla fischiata all’inaugurazione di un canile. Ma gli altri presenti non hanno sentito nulla.

Il vescovo di Venezia fa acquisti all’Ikea. Fissare il braccio A con il chiodo B.

Fede: “Mi ha licenziato Confalonieri mentre Silvio era a vedere Milan – Barcellona”. Speriamo che non vada anche per il ritorno.

Creata la plastica che sanguina e si autoripara. Boom di ordinazioni dai paesi islamici.

Muore Sherwood Rowland, colui che lanciò l’allarme sul buco dell’ozono e il surriscaldamento globale, malato da tempo di Parkinson. O semplicemente non voleva ammettere di avere freddo.

Stati Uniti, in un liceo dell’Ohio si è svolta una sparatoria. E alla seconda ora?

Un uomo è stato inseguito e massacrato per un sorpasso ad una Mercedes. Alla fine aveva ragione Massa.

Fallita la Chiesa in Slovenia. Ora si teme l’effetto dominus.

In un reality show cinese si intervistano i condannati a morte poco prima dell’esecuzione. “Progetti per il futuro?”

I futuri criminali si riconoscono già a due anni. Sono quelli che danno la colpa al fratello.

Arriva in Vaticano una delle Bibbie più antiche del mondo. Il popolo ebraico era ancora solo candidato.

Orango si annoia, gli danno l’iPad. Ora lavora tutto il giorno per pagarlo.

Roma, trovata necropoli nel cantiere per il tram. O forse stanno cercando di nascondere un gravissimo incidente sul lavoro.

Assolto dopo 3 anni per il furto di un ovetto Kinder. Ma fino a Pasqua avrà l’obbligo di firma.

A Fiumicino trovata cocaina in una statua di Buddha. Guardia di Finanza insospettita dal fatto che fosse in piedi.

Morricone: “La musica nelle scuole è un disastro”. Maestro, quella è la campanella.

Dolce stil novo

Berlusconi costretto a dimettersi dai mercati. Non ha più trovato parlamentari da comprare.

L’ex premier ha dichiarato di essere stato tradito da chi gli stava vicino, proprio come Gesù. Di certo da quelli non verrà mai lapidato.

“Non mi attendo riconoscimenti”, ha affermato, mettendo pressione sui testimoni.

Si succedono le dichiarazioni sulla strada da intraprendere. Rutelli: “Serve un governo Pdl, Pd, Terzo Polo”. E lui farà parte di tutti e tre.

Salvini: “Il Pdl non esiste”. E’ d’accordo con dell’Utri.

Lupi vorrebbe invece una soluzione spagnola: davanti al momento drammatico, Berlusconi deve essere franco.

Bersani: “Evitare Vietnam parlamentare”. Non vuole proprio veder vincere i Comunisti.

“Elezioni subito”, ha dichiarato dal canto suo Di Pietro, facendo irruzione in una scuola elementare.

Bossi: “No alle ammucchiate, sì ad un governo Alfano”. Ognuno ha le sue perversioni.

Il medico personale del premier gli ha fatto visita. Annunciandogli che passerà all’Asl.

Ha comunque dichiarato di averlo trovato in buona salute. Ottimo, niente domiciliari.

Qualche giorno dopo, però, all’ex premier è salita la febbre fino a 39. 2,5 gradi di spread con la temperatura della Merkel.

Berlusconi: “Non mi arrenderò finché non avrò rinnovato l’architettura dello Stato”. E condonato le modifiche.

Per il Financial Times, il nuovo governo dovrà ricreare la fiducia di investitori ed alleati nell’Italia, e quella degli Italiani nella loro classe politica. O ripiegare su una più agevole pace nel mondo.

Monti nuovo capo del governo. Lui sì che sa come si trasforma la crisi in un’opportunità.

Il neo premier ha incontrato delegazioni di tutti i partiti. Ora ha più chiari i problemi del Paese.

“Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della Nazione”, è la formula del giuramento. Quante novità questo Governo!

Scompaiono i Ministeri di Brunetta, Bossi e Calderoli. Disinfestarli non è bastato.

Scompare anche il Ministero della Gioventù. Al suo posto quello dell’”Ai miei tempi”.

Molti banchieri nel Governo. Proveranno l’ebbrezza di stare dall’altra parte del debito.

Il nuovo ministro dell’Ambiente si è detto favorevole al nucleare, agli OGM, alla TAV e al ritorno della Prestigiacomo.

Berlusconi passa a Monti la campanella. Non vi dico chi è arrivato quando l’ha provata.

Prossimamente il nuovo presidente del Consiglio italiano farà un tour nelle principali capitali europee. Come Paese spalla.

Monti: “Alzare il livello di istruzione, che è nettamente inferiore alla media europea”. Alla scuola media europea.

Per il nuovo premier, l’Italia deve tornare protagonista in Europa. Per ora mi accontenterei di una salvezza tranquilla.

Bossi: “Saremo vigili”. Si faranno capire fischiando e gesticolando.

Berlusconi: “Il Governo Monti è una sospensione della democrazia”. Che era appena tornata in vigore con le sue dimissioni.

“Il nuovo governo parte col piede sbagliato”, ha dichiarato Capezzone, a cui nessuno ha ancora tolto il diritto di parola.

Scilipoti a Montecitorio con la fascia nera ad un braccio braccio. Ha difficoltà a distinguere la destra dalla sinistra.

Napolitano: “L’Italia sarà all’altezza delle attese dell’Europa”. E’ il bello di quando nessuno si aspetta niente.

Miccichè: “Napolitano ha fatto un richiamo all’Italia”. Per questo ci stiamo liberando del virus.

Per tanti ora si apre una nuova era politica. Speriamo sia quella in cui appaiono i sapiens.

Molto rumore per nulla

Migliaia di militanti leghisti si ritrovano ogni anno a Pontida. Per deporre le uova.

La Lega chiede di trasferire nel nord Italia 4 ministeri. Ma l’Austria rifiuta.

(Bossi vuole quattro ministeri al nord. Gli invalidi devono poter lavorare da casa)

“Berlusconi intervenga, qui crolla tutto”, ha dichiarato Renata Polverini, nuda davanti allo specchio.

Al raduno dei leghisti, spezzoni del film Braveheart. Barbarossa ha fatto cagare anche a loro.

Bossi parla a Mezzogiorno. E’ una provocazione?

Il suo discorso è stato messo a punto durante la notte. Dev’essere accaduto subito prima che portasse consiglio.

“Ministeri in Brianza perché è piena di mafiosi”. E manca il coordinamento.

Bossi chiede il dimezzamento dei parlamentari. Potranno essere eletti solo quarti di uomini.

In serata, tutti danno la loro interpretazione delle sue parole. Sono un po’ come l’arte astratta.

Alfano eletto segretario del Pdl. Continuerà ad occuparsi di processi.

Le modifiche allo statuto sono state approvate all’unanimità. Ci sarebbe stato un voto contrario, ma per considerarlo valido sarebbe stata necessaria un’ulteriore modifica.

Berlusconi: “Angelino, devi essere tu a impegnare le tue giovani forze al servizio di tutti noi”. Almeno fino al rilascio di Lele Mora.

Il premier: “Gli Italiani dovrebbero farci un monumento”. Cominciate a cadere.

Alfano mostra il santino della sua prima campagna elettorale, in cui appare giovane, pieno di energie e di capelli. E’ la perfetta rappresentazione di come ci si riduca dopo 17 anni di Berlusconi.

Alfano fu spinto a entrare in politica dal jingle di Forza Italia. Per fortuna non ascoltò Wagner.

“Voglio creare un partito di onesti”. Dev’essere quantomeno un incarico a vita.

“Tra i valori che ispirano il Pdl c’è la famiglia naturale, composta da un uomo e una donna”. Ed un armadio capiente.

“Questo è il periodo delle formiche e non delle cicale”, ha dichiarato Alfano, escludendo la candidatura di Heather Parisi.

“Tra i nostri valori c’è la vita”. Insomma, basta che respiri.

Alfano: “La prospettiva del Pdl è quella del Ppe”. Ripetuto, come sottofondo al trenino.

Fuoco e fiamma

Grande attesa per l’intervento di Fini. Ora che finalmente può scriverselo da solo.

“Sono stato cacciato dal partito che ho contribuito a fondare”, ha dichiarato, amareggiato, il predellino.

(Un atto illiberale ed autoritario. E chi se lo aspettava da Berlusconi?)

“Il Popolo della Libertà non può essere derubricato a un contorno del leader”. Anche se al suo interno abbondano le patate.

“Governare è comprendere le ragioni altrui e garantire equilibrio tra i poteri”, ha affermato Fini, scartando un Bacio Perugina.

Il Presidente della Camera si è detto preoccupato per le proteste delle forze dell’ordine. Chi li manganella?

Fini: “La Padania non esiste”. Si aspetta la replica del dito di Bossi.

“Solo chi non conosce la storia, oltre che la geografia, può pensare che la Padania esista”. In effetti è l’identikit del leghista medio.

“Fli deve anche fare tutto il possibile per affiancare a federalismo e giustizia anche la ripresa economica”. Basta ricordare a Berlusconi che ne avrebbe un vantaggio personale.

“Chi ha anziani a carico dovrebbe avere un carico fiscale minore”. Finalmente potremo scaricare il premier.

Terminato il suo intervento, il Presidente della Camera si è recato a cena, durante la quale ha sputato ripetutamente nel piatto.

Alcuni ritengono il discorso di Fini il rafforzamento del bipolarismo, altri la sua fine. E’ proprio un politico vero.

Capezzone definisce deludente l’intervento. Non gli ha nemmeno fatto un’offerta di lavoro.

Di Pietro: “O fai l’opposizione o stai al governo”. Oppure sei il Pd.

Franceschini: “La destra è spaccata. Il Pd può batterla”. Ora gioca in casa.

Alla vigilia del discorso del Presidente della Camera, ai finiani che decidessero di tornare al Pdl Berlusconi ha assicurato un posto nelle prossime liste elettorali. E 500 sms gratis al mese.

Berlusconi non chiederà ai parlamentari la fiducia sul processo breve. E’ troppo importante per fare decidere a loro.

“Se dovesse venire meno la maggioranza, torneremo dagli elettori, che sapranno bene a chi dare il loro voto”, ha dichiarato il miglior offerente.

Tripolarismo

A Roma si festeggia l’amicizia tra Italia e Libia, ritrovata dopo tanto tempo. Era nel nostro portafogli.

“La donna è libera”, ha detto Gheddafi a 500 ragazze pagate per stare ad ascoltarlo.

Il leader libico, con un “rito veloce”, ha officiato l’ingresso di 3 ragazze nell’Islam. E’ l’equivalente della sveltina per il Pdl.

“Ho ricevuto 70 euro e l’ordine di non parlare coi giornalisti”, ha dichiarato una delle hostess ad una troupe del Tg1.

“Nel corso della cerimonia sono state rispettate tutte le nostre abitudini”. Chi ti fermerebbe se gli stai slacciando i pantaloni?

“Non è possibile che la gente venga pagata per ascoltare queste assurdità”, ha dichiarato invece un’altra ragazza ad un giornalista pagato per intervistarla.

Berlusconi ha pianto guardando le foto relative al passato coloniale italiano. “Risorgeremo!”

Gheddafi chiede all’Europa 5 miliardi di euro l’anno per impedire un’invasione di Africani. E, per rendere più paurosa la prospettiva, ricorda di esserlo anche lui.

“Quello che più mi preoccupa è che ci stiamo abituando a questi show di Gheddafi”, ha detto Lupi, da sempre a difesa del made in Italy.

La linea dei collaboratori di Berlusconi è quella di minimizzare le frasi provocatorie del dittatore. Routine, insomma.

“Le cose serie sono altre, lasciamo perdere il folklore”, ha dichiarato il premier, sconfessando 16 anni di politica.

Berlusconi sulle polemiche: “Chi critica è prigioniero di schemi superati”. Quelli in cui c’era ancora il libero.

Sport estremi

Tragico epilogo ai campionati del mondo di sauna in Finlandia, la sfida a chi resiste di più a oltre 110 gradi di temperatura, con in palio un posto alla Thyssen Krupp.

Entrambi i finalisti sono stati portati all’ospedale, uno di loro, il partecipante dalla Russia, è deceduto. Toccherà consultare il regolamento.

La polizia ha aperto un’inchiesta per capire cosa sia successo. Anche se si esclude il delitto passionale.

Appena aperte le porte del gabbiotto i due finalisti sono stramazzati a terra. Certo, dev’essere stato un colpo d’aria.

I partecipanti si sono tutti presentati con un certificato medico. Ma senza la perizia psichiatrica.

Misteri italiani

Celebrazioni per l’anniversario della strage di Via d’Amelio, i manifestanti contro la presenza di Schifani. Anche se sarebbe stato giusto sentire entrambe le parti.

Anche il premier ha parlato di Borsellino, in una lettera. Composta con ritagli di giornale.

Fini, a cui invece è stato permesso di partecipare, si schiera dalla parte di Borsellino, che lottava contro la Mafia. Da qualche tempo, sa cosa vuol dire.

Alemanno: “Berlusconi sarebbe battibile, se la sinistra trovasse un leader”. O un unicorno.

(Berlusconi battibile dalla sinistra? Deve proprio avere paura dei fantasmi)

Berlusconi: “Settimana prossima il nuovo ministro per lo sviluppo economico”. E nuove polemiche sul legittimo impedimento.

(Berlusconi lascia lo sviluppo economico. Per una volta è lui ad adeguarsi al paese.)

Il premier ha anche diramato un messaggio dal sito forzasilvio.it. L’unico in cui nessun utente si può registrare.

Il messaggio è stato anticipato dal Tg1. Minzolini lo aveva confuso col suo prossimo editoriale.

Dal sito, per ricordare le cose fatte dal governo e dalla maggioranza, Berlusconi ha lanciato l’operazione memoria. Quando sarebbero più che sufficienti le intercettazioni.

Mastella presenta il suo nuovo partito. Quanto lo fa al chilo?

In questo modo vuole riportare sullo scenario politico nazionale le difficoltà del Sud. Di cui è simbolo perfetto.

In arrivo dal Vaticano i 50 centesimi con l’effigie del Papa. Gli unici di cui è venuta prima la versione di cioccolata.

In Italia i matrimoni durano in media 15 anni. Meno di altri misteri.

In alcuni ospedali, i gay non possono donare sangue. Gli omofobi preferiscono continuare a guadagnarselo.

P3 – secondo tempo

La cosiddetta P3 cercò di intervenire sui membri della Consulta per fare approvare il Lodo Alfano, ma arrivò tardi: la maggioranza aveva già letto la Costituzione.

Lodo Alfano, candidatura di Cosentino, riammissione della lista Formigoni: la P3 fallì molti dei suoi obiettivi. Ma il Pd esclude ogni coinvolgimento.

Berlusconi su Carboni: “Non si incarcera un uomo di 78 anni”. A quell’età è più difficile fare gli eroi.

“Presto condurremo in porto la nuova legge per ridare agli italiani la libertà di usare il telefono senza correre il rischio di veder pubblicate sui giornali le proprie vicende private”. Come successo a numerose casalinghe.

“Grazie a noi e alle nuove leggi che abbiamo introdotto, lo Stato è tornato a fare lo Stato”. E la Mafia può continuare a fare la Mafia.

Berlusconi nelle intercettazioni era “Cesare”. Non è la prima volta che viene accostato ad un personaggio della nostra storia che ha marciato su Roma.

(Berlusconi è Cesare. Chi sarà mai Numa Pompilio?)

“I giornali gettano fango sul governo”. Per migliorarne l’odore.

Berlusconi annuncia “la riforma del fisco, con la determinazione di ridurre la pressione fiscale”. E imminenti giochi circensi.

Dura la replica del Pd: “Morituri te salutant”.

P3

I membri di un’associazione a delinquere si riunivano a casa di Verdini. Uno dei coordinatori.

Ci fu il tentativo di screditare Caldoro a favore di Cosentino con una storia di trans e Camorra. Cioè di dipingerlo come Cosentino, con l’aggiunta dei trans.

Indagato anche dell’Utri: un altro passo sulla via che porta all’eroismo.

(Dell’Utri sosterrà che nemmeno quest’associazione a delinquere esiste. Dev’essere anche membro del Fight club)

Anm: “Queste vicende danno un quadro di inquinamento preoccupante”. Verdini suggerisce l’eolico.

I Centristi. “Siamo garantisti, ma l’incompatibilità tra un delicato ruolo di governo e il coinvolgimento in un’inchiesta giudiziaria è evidente a tutti”. Poi continuano la trattativa con Berlusconi.

Granata: “Per i vertici del Pdl la questione morale non esiste”. Ma solo in quanto non esiste la morale stessa.

Berlusconi: ”Si tratta solo di quattro pensionati sfigati”. Se sono riusciti ad avere la pensione, devono avere agganci molto in alto.

Berlusconi: ”Chi vota la sfiducia a Cosentino è fuori dal Pdl”. E deve trovarsi un altro clan.

Chi afferma che con la legge bavaglio indagini come queste sarebbero molto più complicate, sbaglia. Confondendo l’effetto con la causa.