Decreto del fare

Il premier Letta presenta il “decreto del fare”. Parlandone a lungo.

(“decreto del fare”: mi pare chiaro che rimandi all’infinito)

Molti provvedimenti saranno a costo zero. Ma manca comunque la copertura.

Equitalia non potrà più pignorare la casa di chi ha un debito con il Fisco. Ma avrà libero accesso alla dispensa.

(Equitalia potrà prendervi i soldi, ma non togliervi la casa. L’incubo numero uno tornano le mogli)

Giustizia, Letta ripristina la mediazione obbligatoria. Per sentirsi meno solo.

Il governo vuole tagliare un milione di processi in cinque anni. Sapevo che prima o poi gli avrebbero concesso l’immunità.

Scuola, previsti 100 milioni l’anno per il triennio 2014-2016. È il TFR.

Grazie alla borsa di mobilità, i diplomati con almeno 95/100 potranno frequentare l’università in una regione diversa da quella di residenza. Una sorta di espatrio per gradi.

Introdotto un credito di imposta per l’industria cinematografica. Decisiva la minaccia di un “Natale a Equitalia”.

Rinviato a mercoledì il disegno di legge sulle semplificazioni. Cominciamo bene.

Berlusconi: “Le misure prese ieri dal governo sono frutto di un fatto epocale”. Politici che lavorano di sabato.

Elezioni in Iran, vince Rohani, religioso moderato: “Allah non è niente male”.

Raduno di estrema destra a Milano, l’indirizzo e il luogo esatto della manifestazione comunicati ai partecipanti solo all’ultimo. Si sa che hanno una memoria limitata.

(comunque raduni come questi smentiscono definitivamente l’ipotesi della superiorità della razza bianca)

Nicole Minetti: “Con Berlusconi l’amore fu vero”. A differenza degli orgasmi.

(Fu amore? Allora ti deve 100)

Il Cavaliere vide per la prima volta Nicole Minetti alla Fiera del Ciclo: “Passa a trovarmi tra 5 giorni”.

“Con Berlusconi nacque una grande amicizia che sfociò in una relazione”. Non appena aggiunse uno zero.

“Amavo Berlusconi, ora convivo con la paura”. Un bel passo avanti per la sua vita sentimentale.

Bergoglio: “Il Vangelo condanna il linguaggio politicamente corretto”. Per questo nessuna suora ha mai vinto Miss Italia.

Roma, incidente tra dieci Harley. O forse sono finito in un locale gay.

Crimi assente in giunta perché si è perso. Che poi deve essere lo stesso motivo per cui è entrato in Parlamento.

Grillo dal suo blog: “Vorrei sapere cosa pensa il M5S”. Allora continua a scrivere il post.

Due anziane muoiono investite uscendo da un funerale: “Ero andata per accompagnare un’amica, ma hanno preso me”.

Annunci

Vacanze scolastiche

Approvata la riforma Gelmini. Prevede un codice etico contro i conflitti di interessi e divieto di proseguire l’attività oltre i 70 anni. Con un tale bagaglio di esperienza e relazioni è doveroso servire il paese.

I rettori potranno restare in carica massimo sei anni e saranno sfiduciabili. I ricercatori potranno avere contratti per massimo sei anni e saranno sfiduciati.

I bilanci dovranno rispondere a criteri di trasparenza. Una ferma risposta a chi accusa il governo di trattare le Università come le aziende.

Le risorse saranno assegnate in base alla qualità della didattica e della ricerca. Se è buona, vuol dire che si può tagliare ancora un po’.

Alla prima occasione, il neonato Terzo Polo non riesce a trovare una posizione comune. Il Pd apprezza l’apertura.

Secondo il Quirinale ci sarebbero contraddizioni nella riforma del Ministro Gelmini. Per esempio, tra Ministro e Gelmini.

Giovani in piazza a Roma: ormai si parla così tanto dei possibili problemi di ordine pubblico, che non mi ricordo nemmeno di chi è il concerto.

Ricercatori e precari per le strade e nelle piazze. Come previsto dalla riforma.

Nelle proteste dei giorni precedenti, Babbo Natale e la Costituzione. Ma Berlusconi non crede in nessuno dei due.

Commercianti preoccupati per le manifestazioni. Con tutte quelle forze dell’ordine in giro, dovranno fare gli scontrini.

Fini: “Bisogna isolare i violenti”. Abbandonandone il partito.

Gelmini: “Milioni di studenti sono a casa a studiare”. Ne approfittano finché possono.

Alcuni rappresentanti del sindacato fermano le auto per leggere la Costituzione. Gli automobilisti ricambiano recitando il calendario.

A Torino, gli studenti manifestano vestiti da garibaldini. La Lega parla di inaccettabile provocazione.

Esponenti della maggioranza cercano di incendiare il clima tra forze dell’ordine e studenti. L’obiettivo è fare dimenticare che il governo coi suoi tagli è un nemico comune.

Gasparri: “Genitori, le manifestazioni sono frequentate da potenziali assassini”. E occhio alle cene di Natale.

“Delira per sviare l’attenzione dal merito della riforma”, ha detto Ferrero di Gasparri, sopravvalutandolo.

Secondo Belisario, Gasparri vuole incendiare il clima. Ma lui si difende, dando la colpa al buco dell’ozono.

Orlando (Pd): “Gasparri gioca col fuoco”. Il fascino della novità.

Riforma della scuola

Scuola, Gelmini: “Quest’anno linea più rigorosa”.
Dev’essere il rigor mortis.

Scuola di vita

Negli USA un ragazzino di 11 anni ha ucciso con una pistola la fidanzata incinta del padre e, dopo aver gettato l’arma, è andato a scuola come se nulla fosse. E’ stato il preside ad accorgersi che c’era qualcosa di strano: il giovane era l’unico nella scuola senza la sua pistola.

Published in: on marzo 3, 2009 at 7:32 pm  Lascia un commento  
Tags: , , , , , , , ,

Bocciato il ministro

Viste le grandi difficoltà incontrate dalla sua riforma, il ministro dell’istruzione Gelmini ha cercato di far spostare la sua approvazione a Reggio Calabria. Tutto ciò non è servito, in quanto la sua riforma, dopo aver subito alcune modifiche, entrerà in vigore con 12 mesi di ritardo. Io l’avevo avvisata: “Maria Stella, attenta che se non ti applichi finisce che perdi l’anno!”

Nude per la Gelmini!

Alcune studentesse, che difendono la riforma della Gelmini, hanno deciso di posare per un calendario sexy. A mio parere riescono perfettamente nel loro intento: è vero che i tagli previsti ridurranno la scuola in mutande, ma loro dimostrano che la cosa può anche essere gradevole…

nudeperlagelmini11

Published in: on novembre 20, 2008 at 11:31 pm  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , , , , ,

Altro che balletto delle cifre…

Continua la protesta del mondo della scuola. Secondo gli organizzatori oggi a Roma sono sfilate in corteo 200 mila persona. Secondo la Questura, invece, non c’è stata alcuna riforma Gelmini.

Published in: on novembre 14, 2008 at 8:50 pm  Lascia un commento  
Tags: , , , , , , , , ,

Durezza giustificata

Il ministro Maroni ha dichiarato che chi non permetterà il regolare svolgimento della didattica scolastica e opererà per bloccare la scuola sarà denunciato. Finalmente! Era ora che qualcuno della maggioranza dicesse parole dure contro la Gelmini!!!

Published in: on ottobre 30, 2008 at 9:28 pm  Comments (3)  
Tags: , , , , , , , , ,

Numeri gonfiati

Il ministro Maroni, in merito allo scipero dello sciopero della scuola, ha affermato: «Ho letto che a Roma ci sarebbe stato un milione di persone. Purtroppo c’è il vezzo di moltiplicare per dieci le cifre reali…». Quindi quando Berlusconi afferma che la fiducia in lui è al 70%…

Published in: on ottobre 30, 2008 at 9:23 pm  Comments (1)  
Tags: , , , , , , ,

Copiare dal maestro

In merito alle manifestazioni studentesche di oggi, Berlusconi ha affermato: «Vedo una sinistra scandalosa che ha la capacità di rovesciare il vero e dire il contrario della verità». Insomma, sostiene che lo stanno copiando…