Un mercoledì da colombe

Berlusconi gira un nuovo videomessaggio. L’avevo intuito quando l’ho visto da Calzedonia.

L’ex premier dichiara che è in corso un’operazione eversiva che mina lo stato di diritto. Poi si scusa per il disagio.

Berlusconi comanda, i parlamentari firmano le dimissioni. Ora è più chiaro cosa alle riunioni del Pdl si intenda per ordine del giorno.

Letta: “Umiliata l’Italia”. Ora non resta che umiliare gli Italiani.

I ministri Pdl lasciano l’esecutivo. Allora è vera la storia dei topi.

Nella riunione in cui e dimissioni sono state decise, Alfano non c’era. Berlusconi è contrario ai conflitti di interesse.

“Ministri Pdl si dimettono perché il governo ha violato i patti”. Non è mica la legge.

Letta accusa l’ex premier di rovesciare la frittata. E non è facile senza coperchi.

I ministri si dimettono, ma poi criticano Berlusconi. Cercando di dare credibilità ai futuri “Eseguivo solo degli ordini”.

Dopo pochi mesi di larghe intese il partito appare fortemente diviso. È ufficiale: il Pd è contagioso.

Passi avanti per la democrazia interna al Pdl: Cicchitto ha chiesto di parlare e non gli è stato concesso, però può ancora raccontarlo.

Bondi: “Cicchitto è stato assoldato dalla sinistra”. Guarda che quello è Renzi.

Santanchè: “Mi risulta che Alfano abbia chiesto la mia testa”. È il classico caso in cui la domanda supera l’offerta.

Letta chiede la fiducia: “Siamo stati tutt’altro che il governo del rinvio”, ha dichiarato, ricordando l’aumento dell’Iva.

“L’Expo 2015 sarà una scossa per l’Italia”. Quindi tutto quel sommerso è a rischio tzunami.

Tremonti non partecipa al voto. Ogni volta che c’è di mezzo una crisi, lui non ne vuole sapere niente.

Clamoroso dietrofront di Berlusconi su Letta. E aspettate di sentire quello sulla Merkel.

“Il Pdl voterà la fiducia. Ma è stata dura convincere Alfano”.

Berlusconi: “Nessuno ci dividerà”. È perfetto come piccolo porcellino.

Alfano ha dunque sconfitto politicamente Berlusconi. Quando sembrava più probabile che comprasse l’Inter.

(ora pare che Smithers voglia aprire una sua centrale nucleare a Springfield)

Quagliariello: “Nel Pdl ci sono due classi dirigenti incompatibili”. Entrambe in Berlusconi.

Epifani: “Il Cavaliere ha perso, il Paese ha vinto”. Quindi il Pd ha pareggiato.

“Berlusconi non c’è più”, ha dichiarato D’Alema, rimettendosi i baffetti.

Annunci

Decreto del fare

Il premier Letta presenta il “decreto del fare”. Parlandone a lungo.

(“decreto del fare”: mi pare chiaro che rimandi all’infinito)

Molti provvedimenti saranno a costo zero. Ma manca comunque la copertura.

Equitalia non potrà più pignorare la casa di chi ha un debito con il Fisco. Ma avrà libero accesso alla dispensa.

(Equitalia potrà prendervi i soldi, ma non togliervi la casa. L’incubo numero uno tornano le mogli)

Giustizia, Letta ripristina la mediazione obbligatoria. Per sentirsi meno solo.

Il governo vuole tagliare un milione di processi in cinque anni. Sapevo che prima o poi gli avrebbero concesso l’immunità.

Scuola, previsti 100 milioni l’anno per il triennio 2014-2016. È il TFR.

Grazie alla borsa di mobilità, i diplomati con almeno 95/100 potranno frequentare l’università in una regione diversa da quella di residenza. Una sorta di espatrio per gradi.

Introdotto un credito di imposta per l’industria cinematografica. Decisiva la minaccia di un “Natale a Equitalia”.

Rinviato a mercoledì il disegno di legge sulle semplificazioni. Cominciamo bene.

Berlusconi: “Le misure prese ieri dal governo sono frutto di un fatto epocale”. Politici che lavorano di sabato.

Elezioni in Iran, vince Rohani, religioso moderato: “Allah non è niente male”.

Raduno di estrema destra a Milano, l’indirizzo e il luogo esatto della manifestazione comunicati ai partecipanti solo all’ultimo. Si sa che hanno una memoria limitata.

(comunque raduni come questi smentiscono definitivamente l’ipotesi della superiorità della razza bianca)

Nicole Minetti: “Con Berlusconi l’amore fu vero”. A differenza degli orgasmi.

(Fu amore? Allora ti deve 100)

Il Cavaliere vide per la prima volta Nicole Minetti alla Fiera del Ciclo: “Passa a trovarmi tra 5 giorni”.

“Con Berlusconi nacque una grande amicizia che sfociò in una relazione”. Non appena aggiunse uno zero.

“Amavo Berlusconi, ora convivo con la paura”. Un bel passo avanti per la sua vita sentimentale.

Bergoglio: “Il Vangelo condanna il linguaggio politicamente corretto”. Per questo nessuna suora ha mai vinto Miss Italia.

Roma, incidente tra dieci Harley. O forse sono finito in un locale gay.

Crimi assente in giunta perché si è perso. Che poi deve essere lo stesso motivo per cui è entrato in Parlamento.

Grillo dal suo blog: “Vorrei sapere cosa pensa il M5S”. Allora continua a scrivere il post.

Due anziane muoiono investite uscendo da un funerale: “Ero andata per accompagnare un’amica, ma hanno preso me”.

Renzo Boss

Bufera sulla Lega: i suoi bilanci sono truccati. Ma potrebbero essere solo lacune in matematica.

Dopo le perquisizioni negli uffici leghisti, i militari hanno sequestrato numerose carte ed alcuni pc. Che servivano a fermarle.

Umberto Bossi chiede le dimissioni del tesoriere Belsito, sotto indagine a Milano, Napoli e Reggio Calabria: in pratica ha unito l’Italia.

Per il senatur, lo scandalo sul tesoriere è scoppiato perché la Lega fa opposizione dura. Ma la vicenda Lusi lo smentisce.

Un biglietto di Belsito è stato ritrovato a casa di Ruby. “Se davvero ti piacciono i pelati sovrappeso…”

I pagamenti sostenuti da Renzo Bossi per ottenere il diploma sarebbero state coperti con rimborsi elettorali. Di svariate legislature.

Centinaia di migliaia di euro della Lega sono state usate per le spese del figlio del senatur. È che lo fregano sempre sul resto.

Il trota: “Altro che ville, abito in un monolocale”. Prova ad uscire dall’armadio.

In una intercettazione si parla delle cattive frequentazioni di Renzo. È il racconto del pranzo di Natale.

Umberto Bossi si è dimesso da segretario della Lega. Ora aspetta la liquidazione.

Il senatur: “Chi sbaglia paga”. È in quel momento che di solito arrivava Belsito.

Il leader leghista prende tempo su una eventuale ricandidatura. Prima vuole assicurarsi che la moglie sia in menopausa.

“Non vedo ladri, ma qualche errore”. Tu e Manuela dovevate stare più attenti.

La moglie di Bossi è appassionata di magia nera. Ma i suoi incantesimi funzionano a metà.

I soldi della Lega, oltre che ai figli di Bossi, sarebbero finiti anche a Calderoli. Non era una questione di sangue, ma di Q.I.

I militanti leghisti hanno gridato “Buffone” a Roberto Maroni. Credo sia una specie di incoronazione.

Nei mesi scorsi all’interno della Lega si preparava un dossier per screditarlo: “Pare faccia il ministro a Roma”.

Maroni: “Ora bisogna nominare un nuovo amministratore capace di aprire tutti i cassetti”. E di lasciare chiusi gli armadi.

La Lega espelle Rosy Mauro e Belsito, ma non Renzo Bossi. Riconosciute le attenuanti genetiche.

La dirigenza aveva garantito: “Pulizia senza guardare in faccia nessuno”. Basta la carta d’identità.

Umberto Bossi ha infine annunciato la propria ricandidatura: “ È ancora in giro quel dossier su Maroni?”

Il senatur parla degli errori da non ripetere: “Pensate che avevamo a fare l’amministratore uno legato alla ‘ndrangheta”. Vogliamo parlare degli ex alleati?

Giochi capitolini

Monti dice no alle Olimpiadi. Teme aumenti incontrollati per i giochi a sei cerchi.

Il presidente del Consiglio non è stato convinto dalla relazione sui costi. Soprattutto la parte dove diceva “Invece, senza fattura…”

Petrucci, Pescante e Alemanno sono molto arrabbiati per la mancata candidatura olimpica. Bravi, è proprio questo lo spirito.

La Chiesa pagherà l’Ici sugli immobili dove si svolge un’attività commerciale. Non avendone altri.

(vedi ad avere un premier che non deve farsi perdonare le mignotte?)

Tessere Pdl, adesioni anomale in varie parti d’Italia. Non hanno chiesto favori in cambio.

In Sardegna denunciata la presenza di esponenti Pd nel Pdl. Dicono di essere tanto diversi dal resto dell’Italia e poi…

A Savona risultano come tesserati del Popolo della libertà alcuni nomadi. Debole la difesa: “Non pensavate mica votassero Lega?”

Alfano: “Il Pdl si è dotato di regole contro i furbi”. Gasparri le rispetta senza problemi.

A Napoli sospetti su numerose tessere. Il rituale di affiliazione non sarebbe stato eseguito correttamente.

Fede: “Dopo il Tg4 scendo in politica”. Finalmente ha deciso di schierarsi.

Sanremo, Celentano ha detto così tante banalità che il padre di Fabio Volo ha chiesto il test del dna.

I giornali cattolici e la conferenza episcopale hanno risposto duramente al suo intervento. Sono abituati a disquisire sul nulla.

Il cantante ha attaccato anche Merkel e Sarkozy. Spero che per tenerci in Europa ci chiedano la sua testa.

Bersani: “Tra Fornero e Belen mia figlia sceglierebbe Fornero”. È appoggiata da Sel?

(e comunque sono due fautrici della flessibilità sul lavoro)

Il processo Eternit si conclude con una condanna. Bisognerà trovare un altro modo per aggirare l’articolo 18.

In Iran potrebbe essere abolita la lapidazione. Hanno appena scoperto il fuoco.

Negli Usa una senatrice repubblicana ha proposto di rendere illegale la masturbazione. L’America ha bisogno di giovani incazzati e pieni di energia.

Putin vuole incentivare le nascite per ripopolare la Russia. E i paesi limitrofi.

Ricercatore italiano all’estero scopre il “mantello dell’invisibilità”. Era sui suoi colleghi rimasti in Italia.

Professore arrestato a scuola per spaccio di droga. Ora verrà interrogato.

Scoperta in provincia di Como la grotta più lunga d’Italia. Sbuca davanti ad una banca svizzera.

Regione Piemonte, primo sì della commissione bilancio all’assegno per le madri che decidono di non abortire: 250 euro per 18 mesi. Poi potranno sempre vendere il bambino.

(per i cattolici la vita è sempre stata un valore. Finalmente hanno quantificato)

Oscurato il portale sul Vajont per una frase che accosta Paniz e Scilipoti alla mafia. Ma è solo un avvertimento.

Esplode la sigaretta elettrica, uomo perde denti e lingua. “Ehi, questo non c’era scritto sul pacchetto!”

Finta dottoressa deruba anziani in un ospizio. Quando c’è gente che ha studiato anni per farlo.

Il movimento eco-nazionalista padano lancia la sua moneta. Ideale per il riciclaggio.

Ciclismo, uomo di 100 anni batte il record dell’ora della sua categoria. Ma all’arrivo c’era comunque tra la folla quella nera signora.

Uomo trovato morto con quaranta euro in bocca. A volte l’amore costa troppo.

Per rilanciare la sua immagine, Calcutta sarà pitturata di azzurro. Sarà il primo cielo a fogna aperta.

Pupazzi

Roma coperta da giorni dalla neve. È ora che qualcuno avvisi il sindaco.

Alemanno chiude tutti gli uffici pubblici. E indice una riunione di famiglia.

Nonostante le gravi inefficienze, la capitale non rinuncia alla candidatura a sede delle Olimpiadi. Si è solo deciso di puntare su quelle invernali.

Il sindaco si difende: “Non è che in Romanzo Criminale c’era anche la neve?”

Cancellati una quarantina di voli. Alemanno: “La Protezione civile non aveva precisato che la neve sarebbe arrivata dal cielo”.

Il Papa guarda preoccupato il disastro dalla finestra. “Santità, è solo il riflesso”.

Nonostante il maltempo, Benedetto XVI non rinuncia alle sue passeggiate. Se no quando li sfrutta i doposci Prada?

Alemanno si fa fotografare con in mano una pala. Non gli è bastato aver toccato il fondo.

“Abbiamo sparso altre 600 tonnellate di sale”. Roma non dovrà rinascere mai più.

Il peso della neve ha fatto crollare un albero, che si è abbattuto sull’auto della moglie di Casini. Il grande centro.

Dopo quattro giorni si torna a fare lezione nelle scuole di Roma. “Ehi, chi ha tolto i partigiani dal mio libro di storia?”

Il sindaco rimpiange Bertolaso. È sempre pronto a dire “Quando c’era lui”.

Dopo la Protezione civile, Alemanno attacca anche il Ministro dell’Interno. “E poi il Papa che cosa ci faceva fermo alla finestra?”

Lazio, alcuni anziani malati sono rimasti bloccati in casa. E dove cazzo volevano andare?

I pronto soccorso sono invasi da persone ferite per le scivolate. Non accadeva dal ritiro di Materazzi.

Ingenti i danni all’agricoltura. Per esempio, le sono state sottratte le braccia di Alemanno.

Roma, ucciso un sessantunenne con un colpo alla testa. La città pian piano torna alla normalità.

Dopo tre giorni, nella zona dei Castelli Romani è tornata l’acqua. Gli osti sono di nuovo guardati con sospetto.

Una perturbazione è in arrivo anche in Irpinia. Ma le autorità assicurano che consegneranno le ultime case in tempo.

Forlì, linee urbane gratis lunedì e martedì. Sia i bus a 2 che i bus a 4.

Allarme valanghe sui monti Sibillini. A quanto si riesce ad interpretare.

A Pesaro si cercano disoccupati per fronteggiare l’emergenza durante le nevicate. Un contratto a maltempo determinato.

Azione collettiva dei consumatori contro Trenitalia in Emilia Romagna. Confusa la locomotiva.

Trovato morto per il freddo un uomo nel mantovano. Per ora di lui si sa che è di nazionalità indiana e che non è un fachiro.

Bimbo si ammala su treno fermo, i genitori fanno causa a Trenitalia. “Signora, il Brucomela non è nostro”.

“Certi meridionali non hanno voglia di spalare”, ha dichiarato Borghezio, in cerca di una badante.

Lusi indagato per aver sottratto alla Margherita 13 milioni di finanziamenti pubblici. Ora è accusato di appropriazione indebita alla seconda.

Il senatore si dichiara pronto a restituire i soldi all’ex partito. Appena diventerà tesoriere del Pd.

Lusi era vicepresidente della commissione bilancio del Senato. Ora comincio a spiegarmi il debito pubblico.

Secondo l’ex Margherita Stradiotto, finalmente si capisce perché abbiano affrontato la candidatura di Prodi praticamente senza fondi. E quella di Rutelli senza candidato.

Nel bilancio della Margherita c’erano voci poco credibili. Tipo “Festeggiamenti per vittorie elettorali”.

Liberalizzazioni, i tassisti si riuniscono in un sit in senza slogan. Provate voi a trovare una rima con taxi.

Sciopero dei tassisti, a Roma disagi soprattutto per i turisti stranieri. Per fortuna c’erano quei biglietti della metro da 20 €.

Semplificazione, le Amministrazioni potranno scambiarsi tra loro i dati dei cittadini. O chiedere direttamente a Zuckerberg.

All’asta l’anello nuziale e la maglietta insanguinata del giorno in cui Gheddafi fu ucciso: i simboli delle sue sofferenze.

(all’asta una maglietta sporca di sangue di Gheddafi. E una stagista annuncia una grossa sorpresa)

Imene artificiale cinese, vietata la vendita. Il velcro crea irritazione.

Dolce stil novo

Berlusconi costretto a dimettersi dai mercati. Non ha più trovato parlamentari da comprare.

L’ex premier ha dichiarato di essere stato tradito da chi gli stava vicino, proprio come Gesù. Di certo da quelli non verrà mai lapidato.

“Non mi attendo riconoscimenti”, ha affermato, mettendo pressione sui testimoni.

Si succedono le dichiarazioni sulla strada da intraprendere. Rutelli: “Serve un governo Pdl, Pd, Terzo Polo”. E lui farà parte di tutti e tre.

Salvini: “Il Pdl non esiste”. E’ d’accordo con dell’Utri.

Lupi vorrebbe invece una soluzione spagnola: davanti al momento drammatico, Berlusconi deve essere franco.

Bersani: “Evitare Vietnam parlamentare”. Non vuole proprio veder vincere i Comunisti.

“Elezioni subito”, ha dichiarato dal canto suo Di Pietro, facendo irruzione in una scuola elementare.

Bossi: “No alle ammucchiate, sì ad un governo Alfano”. Ognuno ha le sue perversioni.

Il medico personale del premier gli ha fatto visita. Annunciandogli che passerà all’Asl.

Ha comunque dichiarato di averlo trovato in buona salute. Ottimo, niente domiciliari.

Qualche giorno dopo, però, all’ex premier è salita la febbre fino a 39. 2,5 gradi di spread con la temperatura della Merkel.

Berlusconi: “Non mi arrenderò finché non avrò rinnovato l’architettura dello Stato”. E condonato le modifiche.

Per il Financial Times, il nuovo governo dovrà ricreare la fiducia di investitori ed alleati nell’Italia, e quella degli Italiani nella loro classe politica. O ripiegare su una più agevole pace nel mondo.

Monti nuovo capo del governo. Lui sì che sa come si trasforma la crisi in un’opportunità.

Il neo premier ha incontrato delegazioni di tutti i partiti. Ora ha più chiari i problemi del Paese.

“Giuro di essere fedele alla Repubblica, di osservarne lealmente la Costituzione e le leggi e di esercitare le mie funzioni nell’interesse esclusivo della Nazione”, è la formula del giuramento. Quante novità questo Governo!

Scompaiono i Ministeri di Brunetta, Bossi e Calderoli. Disinfestarli non è bastato.

Scompare anche il Ministero della Gioventù. Al suo posto quello dell’”Ai miei tempi”.

Molti banchieri nel Governo. Proveranno l’ebbrezza di stare dall’altra parte del debito.

Il nuovo ministro dell’Ambiente si è detto favorevole al nucleare, agli OGM, alla TAV e al ritorno della Prestigiacomo.

Berlusconi passa a Monti la campanella. Non vi dico chi è arrivato quando l’ha provata.

Prossimamente il nuovo presidente del Consiglio italiano farà un tour nelle principali capitali europee. Come Paese spalla.

Monti: “Alzare il livello di istruzione, che è nettamente inferiore alla media europea”. Alla scuola media europea.

Per il nuovo premier, l’Italia deve tornare protagonista in Europa. Per ora mi accontenterei di una salvezza tranquilla.

Bossi: “Saremo vigili”. Si faranno capire fischiando e gesticolando.

Berlusconi: “Il Governo Monti è una sospensione della democrazia”. Che era appena tornata in vigore con le sue dimissioni.

“Il nuovo governo parte col piede sbagliato”, ha dichiarato Capezzone, a cui nessuno ha ancora tolto il diritto di parola.

Scilipoti a Montecitorio con la fascia nera ad un braccio braccio. Ha difficoltà a distinguere la destra dalla sinistra.

Napolitano: “L’Italia sarà all’altezza delle attese dell’Europa”. E’ il bello di quando nessuno si aspetta niente.

Miccichè: “Napolitano ha fatto un richiamo all’Italia”. Per questo ci stiamo liberando del virus.

Per tanti ora si apre una nuova era politica. Speriamo sia quella in cui appaiono i sapiens.

Voto di cambio

Si sono svolte le elezioni amministrative, trasformate da Berlusconi in un referendum su se stesso. Credo sia stato abrogato.

Il voto ha causato irritazione al premier. E’ allergico alle consultazioni democratiche.

I risultati a Milano sono così deprimenti per il centrodestra che c’è chi dice di aver visto la Moratti dalle parti dell’ufficio anagrafe.

Per il sindaco uscente 80 mila voti in meno rispetto al 2006. Luci a San Siro.

Dimezzate anche le preferenze per Berlusconi: ora le vuole di 8 anni e mezzo.

In conferenza stampa Bondi, La Russa, Verdini, Cicchitto, Gasparri, Quagliariello e Capezzone spiegano l’esito del voto. Senza nemmeno bisogno di parlare.

Quagliariello: “Il premier non ha sbagliato”. Paga l’aver intorno persone che gli danno sempre ragione.

Bersani parla di boomerang per Berlusconi. Si è stancato di riportargli il bastoncino.

La riunione del coordinamento del Pd si è conclusa con un applauso di tutti. Stavolta senza utilizzare la faccia del segretario.

Il centrosinistra parla di “nuovo vento dal nord”. Per rendere i risultati comprensibili anche al pubblico del Tg1.

Vertice Premier – Lega sull’immigrazione: “Come facciamo a fare arrivare un barcone a Milano entro due settimane?”

Lungo faccia a faccia Berlusconi – Bossi: nessuno dei due aveva niente da ridere.

Il senatur: “”La base sta dove sto io”. Ma qualsiasi altezza è molto lontana.

“La Lega farà ricorso a Bologna”, ha dichiarato il suo ambasciatore nella città.

Summit del terzo polo sui ballottaggi. Le loro elezioni iniziano adesso.

Il terzo polo non darà indicazioni di voto a tutti i suoi elettori. Valgono di più sfusi.

Napoli al ballottaggio. Pensate quanta altra carta non verrà riciclata.

A Milano i grillini non daranno indicazioni di voto. Non si occupano di politica.

Spinoza. Una risata vi disseppellirà.

Sabato 14 maggio, alle 15, al Salone del Libro di Torino, presenteremo in anteprima SPINOZA. UNA RISATA VI DISSEPPELLIRÀ, secondo atto della saga di Spinoza, contenente 2.500 nuovissime e ferocissime battute – in gran parte inedite – su cronaca, politica e attualità.

Sarà presente, al completo o quasi, lo staff di Spinoza, insieme a una guest star d’eccezione: Maurizio Milani.

Ci troverete allo Spazio autori A, nel padiglione 2, in fondo a destra (non fate battute). Seguiranno aperitivo, sbevazzate e bagordi vari presso lo stand di Aliberti Editore (padiglione 3, stand T80).

Chi non potrà venire a Torino, potrà trovare il libro nelle peggiori librerie di Caracas dal 26 maggio.

Eccovi la copertina:

Finché non vita non ci separi

Approda alla Camera il disegno di legge sul biotestamento. Per la nuova ed eterna alleanza.

L’approvazione della legge è molto urgente per il paese. Data la difficoltà nel contestualizzare la prostituzione minorile.

Il disegno di legge, il cui iter è iniziato nel 2009, ha subito numerosi incidenti di percorso. Che lo hanno ridotto in stato vegetativo.

(legge sullo stato vegetativo: per una volta è il Pd ad essere in conflitto di interessi)

Nel testo, l’ultima parola è riconosciuta al medico anche in caso di presenza di un biotestamento. Potrebbe decidere di fecondarvi.

(io comunque inizierò a farmi curare dal mio macellaio)

Idratazione ed alimentazione non potranno essere sospese. Ma per farla finita si potrà scegliere di farsi frullare dei Big Mac.

Il testo stabilisce inoltre che ogni 50.000 flebo va cambiato l’olio dell’estrema unzione.

Secondo Della Vedova, il testo della legge è “indigeribile”. Ma verrà comunque costretto ad ingoiarlo.

Di Virgilio (Pdl) dice no al diritto alla morte. In certi casi dovrebbe essere un dovere.

Libia, Gheddafi tira in ballo Al Qaeda per giustificare tutte le sue nefandezze. Dev’essere Repubblicano.

Sono stati evacuati 30 mila Cinesi. Quindi, per chi fosse interessato, si sono liberati due appartamenti.

Il portavoce del governo: “‘Tutti i libici devono stare sotto un’unica bandiera”. A costo di avvolgerci le loro bare.

Si succedono le sanzioni contro il regime di Gheddafi. Berlusconi annuncia che nell’Autostrada dell’Amicizia non farà istallare le colonnine SOS.

Gheddafi: “Il popola mi ama”. Finché morte non li separi.

Il regime ha bloccato Internet: migliaia di giovani furibondi sono scesi in piazza in piazza. Coi pantaloni ancora calati.

E’ stato proposto a Gheddafi di lasciare il potere in cambio dell’immunità. Se la sperimentazione andrà bene, la riforma della Giustizia verrà applicata anche in Italia.

Esce il secondo libro del Papa su Gesù. Grazie all’espediente della resurrezione.

“Non tutto il popolo ebraico volle la morte di Gesù”. Ma fu una grande prova di democrazia.

Lele Mora accompagnerà Ruby all’altare. Non è certo la prima volta che la consegna ad un uomo.

Scontro scuolabus-camion, bambini feriti in Abruzzo. Berlusconi: “Fate finta di essere sull’autoscontro”.

La Rai sospende lo spot di ‘Silvio forever’, una biografia del premier che riproduce perfettamente la sua vita: non è autorizzata.

Bereguardo (Pv): pipistrelli e parrocchia si contendono grotta votiva. La specie di pipistrelli in questione è protetta. Ma mai quanto il Vaticano.

Il parroco: “Fedeli e pipistrelli non possono convivere”. Il matrimonio è proprio un’ossessione.

Automobilista fermato mostra ai Carabinieri la patente veneta. Non evita la multa, ma ora riceverà un assegno di invalidità.

In Friuli, la Lega istituisce un numero di telefono a cui si può chiamare se ci si sente danneggiati dagli immigrati. E’ quello di un’armeria.

Vacanze scolastiche

Approvata la riforma Gelmini. Prevede un codice etico contro i conflitti di interessi e divieto di proseguire l’attività oltre i 70 anni. Con un tale bagaglio di esperienza e relazioni è doveroso servire il paese.

I rettori potranno restare in carica massimo sei anni e saranno sfiduciabili. I ricercatori potranno avere contratti per massimo sei anni e saranno sfiduciati.

I bilanci dovranno rispondere a criteri di trasparenza. Una ferma risposta a chi accusa il governo di trattare le Università come le aziende.

Le risorse saranno assegnate in base alla qualità della didattica e della ricerca. Se è buona, vuol dire che si può tagliare ancora un po’.

Alla prima occasione, il neonato Terzo Polo non riesce a trovare una posizione comune. Il Pd apprezza l’apertura.

Secondo il Quirinale ci sarebbero contraddizioni nella riforma del Ministro Gelmini. Per esempio, tra Ministro e Gelmini.

Giovani in piazza a Roma: ormai si parla così tanto dei possibili problemi di ordine pubblico, che non mi ricordo nemmeno di chi è il concerto.

Ricercatori e precari per le strade e nelle piazze. Come previsto dalla riforma.

Nelle proteste dei giorni precedenti, Babbo Natale e la Costituzione. Ma Berlusconi non crede in nessuno dei due.

Commercianti preoccupati per le manifestazioni. Con tutte quelle forze dell’ordine in giro, dovranno fare gli scontrini.

Fini: “Bisogna isolare i violenti”. Abbandonandone il partito.

Gelmini: “Milioni di studenti sono a casa a studiare”. Ne approfittano finché possono.

Alcuni rappresentanti del sindacato fermano le auto per leggere la Costituzione. Gli automobilisti ricambiano recitando il calendario.

A Torino, gli studenti manifestano vestiti da garibaldini. La Lega parla di inaccettabile provocazione.

Esponenti della maggioranza cercano di incendiare il clima tra forze dell’ordine e studenti. L’obiettivo è fare dimenticare che il governo coi suoi tagli è un nemico comune.

Gasparri: “Genitori, le manifestazioni sono frequentate da potenziali assassini”. E occhio alle cene di Natale.

“Delira per sviare l’attenzione dal merito della riforma”, ha detto Ferrero di Gasparri, sopravvalutandolo.

Secondo Belisario, Gasparri vuole incendiare il clima. Ma lui si difende, dando la colpa al buco dell’ozono.

Orlando (Pd): “Gasparri gioca col fuoco”. Il fascino della novità.